La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 27 gennaio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il consiglio comunale di Cuneo ricorda il vigile Flavio Canale

Minuto di silenzio e commemorazione in apertura della seduta di lunedì 23 novembre in ricordo dell'ispettore della Polizia municipale deceduto venerdì 20 novembre

La Guida - Il consiglio comunale di Cuneo ricorda il vigile Flavio Canale

Cuneo – Il consiglio comunale di Cuneo di lunedì 23 novembre si è aperto con il ricordo dell’ispettore della Polizia Municipale, Flavio Canale, 48 anni, deceduto nella sera di venerdì 20 novembre. La commemorazione è stata letta dal presidente del consiglio comunale, Alessandro Spedale, ed è stata seguita da un minuto di silenzio (“a distanza”, come tutta la seduta) nel corso del quale è stato anche ricordato il professor Lorenzo Bergese, deceduto il 2 novembre, ex consigliere comunale e presidente della Coldiretti, ideatore della sagra di San Sereno.

Nel corso del suo intervento, Spedale ha ricordato le tappe della vita professionale del vigile che “tanti di noi ricordano in servizio in bicicletta” e a cui nei giorni scorsi anche i colleghi hanno tributato il ricordo commosso a un “agente impeccabile e a un amico”. Cresciuto a Limone, dopo aver studiato nel collegio salesiano a Torino, si era arruolato nei paracadutista della Folgore, svolgendo anche una missione militare in Somalia. Ha poi lavorato come fabbro con una zio e come addetto alla sicurezza, prima di entrare nella Polizia Municipale a Borgo e poi a Cuneo (dal dicembre 2005), e da pochi giorni (dal 16 novembre) era stato nominato ispettore.

In 15 anni di servizio a Cuneo ha ricevuto due encomi: nel novembre del 2009 dal sindaco Valmaggia e dalla comandante della polizia municipale, Stefania Bosio, per aver impedito a un giovane di togliersi la vita e nel dicembre del 2019 dal questore per due arresti in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti.

Era anche istruttore di arti marziali, amante degli animali e aveva passione e un grande talento per le imitazioni.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente