La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 28 novembre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Caos vaccini, la Regione: “Ritardi nella consegna da parte del fornitore”

La Regione ha acquistato a maggio 1.320.000 dosi, per il momento ne sono arrivate 900.000. “Abbiamo già raggiunto e superato i numeri dell'anno scorso, ma quest'anno abbiamo ampliato il numero di persone aventi diritto”

La Guida - Caos vaccini, la Regione: “Ritardi nella consegna da parte del fornitore”

Torino – La Regione risponde alle critiche e alle polemiche per i ritardi nella consegna dei vaccini antifluenzali e chiama in causa l’azienda Sanofi che a maggio si è aggiudicata l’appalto per la consegna di 1.320.000 dosi di vaccino contro l’influenza in Piemonte.

“Abbiamo comprato 1.320.000 dosi già nel mese di maggio e fino al momento ce ne hanno consegnate 900.000 – ha detto il presidente della Regione, Alberto Cirio, nel corso della conferenza che si è svolta nel pomeriggio di venerdì 20 novembre – Chiediamo tempi certi per la consegna della parte rimanente da parte dell’azienda che si è aggiudicata l’appalto (Sanofi) e siamo pronti a far valere le nostre ragioni nelle sedi opportuni”.

La Regione, hanno ricordato il presidente Cirio e l’assessore Icardi, ha acquistato 1.320.000 dosi di vaccino antinfluenzale, quasi il doppio rispetto a quelle acquistate nel 2019, per arrivare a “coprire” il 94% della popolazione over 60 avente diritto.

“Fino ad oggi – ha sottolineato Icardi – ai medici di base sono state consegnate 820.000 dosi, alle Asl circa 80.000. Abbiamo già raggiunto e superato i numeri dell’anno scorso, ma quest’anno abbiamo ampliato il numero di persone aventi diritto e la vaccinazione proseguirà nelle prossime settimane”.

Per quanto riguarda la consegna dei vaccini mancanti, il presidente Cirio ha ammesso che le “consegne hanno avuto qualche difficoltà. Le farmacie, i medici e la Regione hanno fatto il possibile con quello che gli è stato dato: abbiamo chiesto conto all’azienda che ha vinto l’appalto (Sanofi) che aveva assicurato la fornitura del vaccino nei tempi stabiliti. Noi pretendiamo che quanto è stato pattuito per la consegna di questo vaccino venga rispettato fino all’ultima dose, come da impegno contrattutale. La pandemia c’è per tutti: che non diventi un alibi per non adempiere agli impegni che si è assunto per la salute dei cittadini”.

In rappresentanza delle farmacie, Massimo Mana, presidente di Federfarma: “Ci siamo impegnati per far arrivare ai medici le dosi fornite dalla Regione: se però il fornitore non manda i vaccini è un problema per tutti”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente