La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 5 agosto 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Stiamo facendo ogni sforzo per affrontare al meglio questo tsunami”

Il direttore generale dell'Azienda ospedaliera Santa Croce e Carle interviene per fornire alcuni chiarimenti circa la situazione dell'emergenza sanitaria all'ospedale di Cuneo

La Guida - “Stiamo facendo ogni sforzo per affrontare al meglio questo tsunami”

Cuneo – Il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Santa Croce e Carle interviene per fornire alcuni chiarimenti circa la situazione dell’emergenza sanitaria all’ospedale di Cuneo

“La lettera dei rappresentanti dell’ANAAO pubblicata da “La Guida” con il titolo: ”La situazione a Cuneo è drammatica, troppi malati e poco personale”, necessita di qualche doverosa precisazione per garantire ai lettori un’informazione completa e corretta.

Il personale medico dell’azienda ospedaliera Santa Croce e Carle (compreso sia il personale dipendente a tempo determinato e indeterminato sia gli incarichi libero professionali per emergenza covid ex art.2 bis DL 18/2020) è progressivamente aumentato da fine 2019, quando le unità erano 436, passando a 448 a fine maggio e a 452 l’8 novembre. L’attuale organico di personale infermieristico è superiore di circa 30 unità rispetto a fine 2019 e risulta sostanzialmente invariato rispetto al 31 maggio di quest’anno (quando l’Azienda aveva già dato corso a molte assunzioni in relazione alla prima ondata pandemica). L’Azienda ha peraltro avviato le procedure per garantire nuove assunzioni sia di personale medico che infermieristico – nonché di altre figure professionali necessarie nella gestione dell’emergenza covid – e prevede un significativo incremento degli organici nelle prossime settimane, anche in relazione all’ulteriore sforzo richiesto dalla Regione Piemonte, per far fronte all’aggravarsi dell’emergenza, pur nell’attuale oggettiva difficoltà di reperimento di professionisti sul mercato. In particolare molte assunzioni saranno effettuate a tempo indeterminato, ricorrendo alle vigenti graduatorie dell’azienda ospedaliera ovvero di altre aziende sanitarie, nonché a tempo determinato (anche di lunga durata fino ad un massimo di tre anni) utilizzando le graduatorie che sono state o saranno entro breve predisposte dal Dirmei (il dipartimento interaziendale di malattie infettive a livello regionale). Non è escluso, qualora necessario, il ricorso al conferimento di ulteriori incarichi libero professionali, specificamente finalizzati alla gestione dell’emergenza covid-19.

Stiamo vivendo un momento molto complesso, faticoso, per tutti. Ringrazio di cuore tutto il personale: medici, infermieri, operatori socio-sanitari, il personale di supporto, per lo spirito di abnegazione che stanno dimostrano ancora una volta, nonostante la stanchezza e le difficoltà quotidiane affrontate, sia in ospedale sia al di fuori del luogo di lavoro. Credo sia assolutamente necessario accantonare ogni polemica sterile, peraltro non suffragata da argomentazioni basate su dati oggettivi. Il personale è aumentato. Non è ancora sufficiente. Stiamo facendo ogni sforzo per incrementarlo e affrontare al meglio questo tsunami che colpisce soprattutto le persone più deboli. Nello stesso tempo sono garantite le cure e gli interventi urgenti e ai pazienti oncologici. Sarà un periodo molto duro, che ancora una volta segnerà ciascuno di noi nell’animo, ma lo stiamo affrontando e vi faremo fronte fino all’ultimo con la massima determinazione, lavorando notte e giorno”.

Dr. Corrado Bedogni

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente