La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 4 dicembre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Maltempo, una legge speciale per il Piemonte e il post alluvione

Presentata oggi la proposta alla Camera, prima firmataria la deputata cuneese Chiara Gribaudo: "Queste terre sono in ginocchio, rischiamo che siano sempre più abbandonate"

La Guida - Maltempo, una legge speciale per il Piemonte e il post alluvione

Cuneo – È stata presentata oggi (venerdì 30 ottobre) dai due parlamentari piemontesi come primi firmatari, la cuneese Chiara Gribaudo e l’ossolano Enrico Borghi (rispettivamente vicecapogruppo e segretario d’aula del Pd a Montecitorio), la proposta di una legge speciale per il Piemonte e gli interventi post alluvione, dopo i tragici fatti del 2 e 3 ottobre.
“Se non risolviamo i problemi di rischio idrogeologico delle nostre terre – sottolinea Chiara Gribaudo – rischiamo tra non molti anni di vederle sempre più abbandonate. Qui c’è il nostro passato, il nostro presente e il nostro futuro, perché dal recupero e dal rilancio di questi luoghi e di un modo diverso di vivere, passa la sfida per un mondo più sostenibile. Con questa proposta di legge mettiamo in campo un obiettivo ambizioso, un Piano di ricostruzione e sviluppo, da realizzare in accordo con la Regione, le Province e i Comuni, per ripristinare le infrastrutture e la viabilità, oltre che riattivare e sostenere le attività produttive. Mettiamo in campo un sostegno economico e finanziario delle imprese alluvionate, degli enti colpiti e dei privati, per sostenere un’economia territoriale in ginocchio che oggi sta combattendo una battaglia dura su due fronti, alluvione e pandemia. Mi auguro di trovare concordi tutte le forze politiche su questo testo, e penso che la Regione dovrebbe collaborare attivamente per ottenere la sua rapida approvazione. Vogliamo smettere di guardare alla pioggia e ai nostri fiumi come se fossero una minaccia. Ci stiamo rialzando piano piano ma abbiamo bisogno di un intervento strutturale per poter guardare lontano”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente