La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 1 dicembre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Piemonte, necessario il potenziamento dei medici di famiglia

Incontro fra il presidente della Regione Cirio e l’Ordine dei Medici di Torino per sostenerli e supportarli in tutte le incombenze di tipo medico e burocratico

La Guida - Piemonte, necessario il potenziamento dei medici di famiglia

La necessità di potenziare il meccanismo informativo delle Asl e dei rispettivi Sisp nei confronti di medici di medicina generale e pediatri. La riduzione della tempistica fra l’esecuzione del tampone e l’effettiva comunicazione dell’esito al paziente. Un sostegno ai medici di medicina generale, da parte della Regione, che consenta di supportarli in tutte le incombenze di tipo medico e burocratico che si sono aggiunte a causa dell’aumento dei casi di Covid e che rischiano di ingolfare la normale attività del medico. Questi i temi centrali dell’incontro che si è svolto nelle scorse ore tra il presidente della Regione Alberto Cirio,  il presidente dell’Ordine dei Medici di Torino Guido Giustetto e un gruppo di medici di medicina generale e ospedalieri con l’obiettivo di migliorare il rapporto delle Asl e dei Sisp con i medici di medicina generale, che rappresentano il contatto diretto tra la sanità di territorio e il paziente e che, in questa situazione di emergenza, sono particolarmente sotto pressione e carichi di lavoro.

Tra le ipotesi messe in campo c’è anche quella di valutare la possibilità che sia il laboratorio analisi ad avvisare direttamente il paziente dell’esito velocizzando così i tempi di risposta che ad oggi sono molto lunghi.  Tra il momento della segnalazione di un contatto a rischio e la comunicazione dell’esito del tampone passano, ad oggi, anche in provincia di Cuneo, diversi giorni e questo costringe i cittadini a rimanere in quarantena a volte anche oltre il necessario. La speranza è che coinvolgendo i medici di base e dotandoli degli strumenti necessari le tempistiche si possano ridurre e diventare più agili evitando anche che le difficoltà degli studi medici possano riversarsi sugli ospedali creando ulteriore pressione sulle strutture e sul personale sanitario impegnato.

 

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente