La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 19 gennaio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Muore il partigiano Cek, Francesco “Cecco” Mosca

Aveva appena compiuto 96 anni, era stato a Paraloup con Duccio Galimberti, Dante e Alberto Bianco, Giorgio Bocca e tanti altri

La Guida - Muore il partigiano Cek, Francesco “Cecco” Mosca

Cuneo – È morto venerdì 9 ottbre a 96 anni appena compiuti mercoledì 7 ottobre, Francesco “Cecco” Mosca, partigiano in valle Stura, uno dei protagonisti della lotta al fascismo a Cuneo e valli.
Cek come veniva chiamato dai suoi compagni di lotta, era stato partigiano dall’età di 19 anni dopo aver respirato la sua avversione al fascismo dal padre socialista, “operaio che nel suo lavoro di fabbrica capiva e discuteva con gli altri di uguaglianza, democrazia e di libertà”. Dopo l’8 settembre scelse da Cuneo, di andare in valle Stura, prima a Valloriate, insieme ad alcuni amici sul monte Tamone, e poi a Paraloup dove conobbe Dante e Alberto Bianco, l’eroe nazionale Duccio Galimberti e poi Giorgio Bocca e tanti altri tra cui Mario Fresia Mario e poi Nuto Revelli.
“Mi ha raccontato – racconta Ughetta Biancotto presidente dell’Anpi provinciale – delle sue vicende anche al Chiot Rosa, a San Matteo, di Valgrana, dove i partigiani nel dicembre del 1943-44 si spostarono e vissero alcuni mesi  con attacchi da parte dei tedeschi e degli accoliti fascisti.. E inoltre  ricordava l’accoglienza e l’aiuto dei valligiani  nei confronti dei ” ribelli partigiani “, la loro generosità , il loro coraggio e il loro altruismo.  Quei  sentimenti che Cecco ha sempre portato avanti nella sua vita, generosità, allegria, simpatia ed empatia. Socievole e affabile con tutti, nell’Anpi Cecco ha dato e partecipato alla vita associativa finchè la salute glielo ha permesso,,sportivo , ha amato molto il Tennis, in cui gareggiava e dava dimostrazione agli amici di una passione e capacità di gioco e rigore”.
Grande amico di don Aldo Benevelli, era sempre presenta alla fiaccolata del 24 aprile a Cneo. La sua testimonianza è entrata a far arte del libro di Gad Lerner “Noi partigiani”.
L’ultimo saluto sarà lunedì 12 ottobre al parco della Resistenza di Cuneo. Lascia la moglie Anna e i figli Gelli, Gianni, Franco e Alessandro.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente