La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 19 settembre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Pochi giorni per nominare 2.800 docenti necessari alla scuola cuneese

Ad oggi, mercoledì 16 settembre, sono stati nominati 400 insegnati, ma le operazione dovrebbe velocizzarsi, assicurano i sindacati

La Guida - Pochi giorni per nominare 2.800 docenti necessari alla scuola cuneese

Cuneo – Un quarto dei docenti necessari per far girare regolarmente la macchina della scuola saranno nominati entro lunedì 21 settembre, ad una settimana dall’inizio della scuola. Lo hanno confermato fiduciosi i sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda durante la conferenza stampa online indetta mercoledì 16 settembre dall’Istituto superiore Vallauri di Fossano.

Sono quasi 2800 i posti liberi, da far ricoprire da insegnanti precari su un totale di 8500 docenti in provincia. Da lunedì scorso al Vallauri di Fossano sono iniziate le operazioni per assegnare le cattedre attraverso una chiamata online a distanza. Due sono le aule adibite, una per l’infanzia e le elementari, l’altra per le medie e le superiori. Le chiamate vengono fatte attraverso la piattaforma Meet. Ad oggi, mercoledì 16 settembre sono stati nominati 400 docenti e le operazioni si dovrebbero sveltire giorno dopo giorno.

Il motivo del ritardo è stato spiegato dai sindacati. Bisognava correggere gli errori nelle graduatorie per evitare che venisse effettuata una nomina sbagliata, in quanto l’errore sui titoli e sul posto in graduatoria verrà poi rilevato dalle scuole e in caso di errore il docente verrà licenziato e dovrà aspettare settimane per essere richiamato durante le nomine a chiamata delle singole scuole. In questo modo si sarebbe creato un effetto domino perché molti dei punteggi in graduatoria sono sbagliati e ancora per un mese ci sarebbe stato il balletto dei docenti da una scuola all’altra. Per evitare questo durante la nomina i docenti possono chiedere la correzione del punteggio autotutelandosi dall’incorrere poi nel licenziamento da parte dell’istituto scolastico che dovrà verificare i suoi titoli e il suo punteggio.

Per queto i sindacati hanno ringraziato l’ufficio scolastico provinciale per il lavoro svolto, anche con delle forze limitate a sua disposizione per gestire l’emergenza delle nomine.

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente