La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 17 gennaio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Braccianti, in caso di contagio indennità di 15 euro al giorno

Intesa tra sindacati confederali di comparto e organizzazioni professionali agricole, tramite l'ente bilaterale Ebat Favla

La Guida - Braccianti, in caso di contagio indennità di 15 euro al giorno

Cuneo – Sindacati dei lavoratori del comparto primario e organizzazioni professionali agricole hanno trovato, tramite l’ente bilaterale Ebat Favla, un accordo per l’indennità in caso di contagio da Covid-19, per i braccianti agricoli anche stagionali: 15 euro per il mancato reddito, per ogni giorno di isolamento fiduciario richiesto dalle autorità competenti per i lavoratori che sono costretti a sospendere l’attività lavorativa, sia che abbiano contratto il virus, sia che alloggino in una struttura in cui è presente un contagio.
“Un risultato importante – è il commento unitario di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil su scala provinciale – raggiunto anche grazie al supporto delle associazioni datoriali, che consente anche a chi non ha diritto al sussidio, perché non ha raggiunto le giornate lavorative annue necessarie, un sostegno economico che garantisce un minimo di autosufficienza durante il periodo di isolamento e quarantena. Gli ospiti dell’accoglienza diffusa sono sottoposti a controlli periodici delle autorità sanitarie, nel rispetto dei protocolli di sicurezza che hanno permesso l’apertura delle strutture e garantito anche quest’anno la manodopera necessaria alla raccolta della frutta in un alveo di legalità e tutela della salute. L’obiettivo è garantire la salute non soltanto all’interno delle strutture, ma nelle aziende in cui i braccianti sono assunti e nelle comunità in cui alloggiano. Resta da sciogliere il nodo della struttura che dovrebbe accogliere i positivi per il periodo di isolamento: attendiamo da tempo una risposta in merito da parte delle autorità competenti in materia di sanità”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente