La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 1 ottobre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Canoni idrici, 4 milioni in più per la montagna cuneese

Secondo la muova norma regionale, le risorse saranno destinate soprattutto alla viabilità montana e provinciale

La Guida - Canoni idrici, 4 milioni in più per la montagna cuneese

Cuneo – 4 milioni di euro in più per la provincia di Cuneo dagli incassi dei nuovi canoni idrici, cioè la cifra di chi ha centraline deve pagare per servirsi dell’acqua che è di tutti. La nuova legge regionale approvat adal Consiglio regionale  sulla specificità montana del Verbano-Cusio-Ossola e sugli interventi a favore dei territori montani e delle altre province ha ripercussioni su tutto la Regione.
Il testo stabilisce l’utilizzo dei canoni idrici nei territori di produzione e, in particolare, che il 60% di quelli per le grandi derivazioni del Verbano-Cusio-Ossola rimangano a questa zona per un importo di circa 8 milioni l’anno. Il ritorno sarà invece del 50% per le altre due principali province piemontesi produttrici di energia idroelettrica, ovvero Cuneo (4 milioni) e la Città metropolitana di Torino (6 milioni). Alle altre province, come forma di riequilibrio, andranno circa 500.000 ciascuna ogni anno. Le risorse saranno destinate soprattutto alla viabilità montana e provinciale.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente