La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 3 agosto 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Recovery Fund, accordo raggiunto al Consiglio europeo (Video)

Dopo un'aspra contesa durata quattro giorni, nella notte si è chiuso l'accordo. All'Italia vanno 209 miliardi di euro

La Guida - Recovery Fund, accordo raggiunto al Consiglio europeo (Video)

? Accordo raggiunto al Consiglio europeo: il commento a caldo di Franco Chittolina

A Bruxelles è andata bene all'Italia e all'Europa ??. L' Europa dell'anno zero riparte

Gepostet von APICE Associazione Per l'Incontro delle Culture in Europa am Dienstag, 21. Juli 2020

Dopo un’aspra contesa durata quattro giorni – record storico per un Consiglio europeo – questa notte è stato trovato un accordo sui 1074 miliardi di euro del bilancio 2021-2027 e  sulla dotazione globale e la ripartizione del “Piano per la ripresa”. Conferma per i 750 miliardi di euro proposti dalla Commissione, con una nuova ripartizione tra 390 di sussidi a fondo perduto e  360 di prestiti; un aumento dei “rimborsi” ai “frugali”, a spese del bilancio comunitario, e un complesso meccanismo di controllo della spesa nel quale i governi nazionali – senza però un diritto di veto come avrebbe voluto il premier olandese, Mark Rutte – affiancheranno la Commissione nel monitorare la coerenza dei programmi nazionali di riforma.
Alla fine, come da copione, tutti sono tornati a casa “vincitori”, lucrando consenso nella rispettiva politica interna: un risultato particolarmente positivo per il presidente Conte, protagonista di una battaglia che ha premiato la sua determinazione, consentendogli di portare a casa  209 miliardi di euro, anche se adesso per il loro uso sarà, più di prima, sotto stretta sorveglianza da parte dei partner, e non solo dei “frugali”. L’Unione Europea ha segnato una data importante nella sua storia che dovrebbe permetterle, con l’attivazione a partire dal 2021 (e forse anche prima) delle imponenti risorse deliberate, di rilanciare la sua economia massacrata dal Covid-19, festeggiando così con successo i suoi primi settant’anni di vita.
Nel video il commento a caldo di Franco Chittolina.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente