La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 11 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Colle del Fauniera candidato a tappa del Giro d’Italia 2021

Alla candidatura di fine 2019 presentata dall'Atl del Cuneese ad Rcs, è seguito ieri (venerdì 10) un incontro tra amministratori e autorità per valutare le condizioni della strada

La Guida - Il Colle del Fauniera candidato a tappa del Giro d’Italia 2021

Cuneo – Il Colle del Fauniera come tappa del Giro d’Italia 2021. Alla proposta di candidatura presentata già a fine 2019 dall’Atl del Cuneese ad Rcs, sono seguiti nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 10 luglio, un sopralluogo e un incontro tra amministratori, autorità e giornalisti per un’obiettiva valutazione della condizione attuale della strada bianca che unisce il Colle d’Esischie al Colle Fauniera e che collega la valle Grana con la valle Stura e la valle Maira.

“Si tratta di un patrimonio naturalistico di inestimabile valore che racchiude in sé un grandissimo potenziale in termini di richiamo sportivo e turistico – ha esordito il Presidente dell’Atl del Cuneese, Mauro Bernardi –. Non c’è amante della due ruote che non conosca questa salita e questo Colle. Ed è per questo che, nell’ambito delle azioni di promozione turistica del nostro territorio, già a fine 2019 l’Atl candidò ad Rcs il Colle del Fauniera come tappa del Giro d’Italia 2021. Questa possibilità risulta oggi ancora più allettante nell’ottica di un potenziamento della promozione del territorio volta a favorire una ripresa del comparto turistico così fortemente messo alla prova a causa dell’emergenza sanitaria ed economica del Covid-19. Auspichiamo dunque che, ancora una volta, unendo le forze si possa ripristinare la condizione ottimale di questa strada per accogliere turisti, visitatori e ciclisti appassionati delle nostre montagne ed aprire le porte ad un possibile passaggio del Giro che idealmente vorremmo ripercorresse il percorso de La Fausto Coppi, con partenza e arrivo in Cuneo città e passaggio su questo significativo Colle che ricorda uno dei grandi campioni del ciclismo italiano ed internazionale, Marco Pantani.”

“Il Fauniera è simbolo de La Fausto Coppi e la Gran Fondo da sempre è particolarmente legata sia a questa via in quota sia al Colle, straordinario esempio di collegamento fra le valli – confermano dall’Asd La Fausto Coppi -. Da oltre 10 anni l’associazione è impegnata nella tutela della strada con interventi concreti: da giornate di pulizia con i volontari a lavori di manutenzione per garantire la sicurezza non solo dei ciclisti. Straordinaria poi è stata la promozione del brand Fauniera nel mondo che ha portato 2800 ciclisti provenienti da 32 nazioni a partecipare alla Gran Fondo. Ora è necessario un programma immediato di salvaguardia per non perdere questo patrimonio di strade a 2481 metri. Siamo fieri di essere stati apripista di un progetto che renderà onore alle montagne cuneesi.”

Promotori dell’incontro sono stati La Fausto Coppi on the Road come portatore di interesse in ambito sportivo e ciclistico e l’Atl del Cuneese per quanto riguarda l’aspetto di promozione turistica. Tra le autorità presenti gli amministratori dei Comuni di Cuneo, Demonte, Castelmagno, Canosio e Marmora, i Presidenti delle Unioni dei Comuni delle Valli Grana, Maira e Stura, il dott. Ferruccio Dardanello, Confcommercio Cuneo, Conitours, Sergio Trossarello per RCS e l’On. Monica Ciaburro.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente