La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 12 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La vertenza Mahle verso una possibile svolta

Nuovi investitori all'orizzonte, in ballo il futuro di 450 lavoratori degli stabilimenti di La Loggia e Saluzzo. Gribaudo: "Una buona notizia, ma non abbassiamo la guardia". I sindacati: "Possibile svolta, per ora però ancora nessuna certezza"

La Guida - La vertenza Mahle verso una possibile svolta

Saluzzo – Buone notizie dal fronte dei siti produttivi Mahle di La Loggia e Saluzzo. Tramite un comunicato congiunto di Fiom Cgil Torino e Cuneo, Fim Cisl Torino e Fismic Cuneo, infatti, arriva la notizia di una possibile concretizzazione in tempi brevi dell’ipotesi di reindustrializzazione. Il ministero dello Sviluppo Economico ha convocato un tavolo istituzionale per il 22 luglio. “Non esistono a oggi – commentano le organizzazioni sindacali – certezze assolute, né formalità vincolanti. Riteniamo fuori luogo pertanto le dichiarazioni intempestive di alcuni esponenti politici su questa vicenda, per noi restano fondamentali il buon esito della trattativa e la fase di confronto sindacale”. “Per i lavoratori Mahle siamo vicini a una svolta – ha invece commentato la deputata del PD, Chiara Gribaudo -, un nuovo investitore ha espresso la volontà di rilevare i due stabilimenti per rilanciare la produzione. È una buona notizia per Saluzzo, La Loggia e per i 450 lavoratori e le loro famiglie, ma non bisogna abbassare la guardia, perché la Mahle non può e non deve chiudere”. La Mahle il 23 ottobre scorso aveva dichiarato di voler chiudere gli stabilimenti, aprendo la procedura di licenziamento collettivo per i 209 dipendenti di Saluzzo e i 243 di La Loggia, licenziamenti poi ritirati con l’attivazione di un anno di cassa integrazione straordinaria.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente