La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 25 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Imparare con Socrate ad essere felice

La felicità personale dei cittadini può concorrere a migliorare l’esistenza collettiva

La Guida - Imparare con Socrate ad essere felice

Pietro Del Soldà è autore e conduttore del programma di Rai Radio 3 “Tutta la città ne parla” che tutti iu giorni sceglie un tema e lo approfondisce con testimonianze dei protagonisti, le riflessioni di storici, filosofi e scrittori, le esperienze dei cittadini e i messaggi degli ascoltatori. Qui abbandona il tema del giorno ma in qualche modo usa la stessa tecnica delle tante voci, del dibattito radiofonico per interrogarsi su come si possa imparare a essere felici, seguendo le tracce disseminate dalla filosofia antica e le indicazioni del maestro dei maestri,  Socrate.

Proprio Socrate, con il suo tenace interrogare i discepoli riguardo a ogni questione etica, politica e logica, nel suo paziente e ironico indagare nelle coscienze degli oppositori, nel sottolineare le contraddizioni del pensiero e del linguaggio, può forse oggi aiutarci a recuperare l’antico e necessario artificio di ogni indagine filosofica: il porsi domande, il proporre risposte, il continuo dialogare in un confronto stimolante con l’altro da noi.

Tre le grandi domande: i problemi dell’io, la vita collettiva, e l’idea di felicità. Tutte e tre queste fasi della sua ricerca hanno come centro la consapevolezza che ogni obiettivo, individuale o sociale, che ci proponiamo di raggiungere è ottenibile perché è l’amore che muove. Socrate nel Simposio affermava di intendersi “solo di cose d’amore”, volendo tuttavia indicare con questo termine non tanto il sentimento privato e romantico ma l’attenzione consapevole e generosa verso ogni aspetto dell’esistenza, dalla politica all’economia, dalla giustizia all’arte, dalla virtù alla verità come fine. E così Del Soldà cita le cause di infelicità personale (la competitività, il conformismo, la diffidenza verso il prossimo, il timore del fallimento, il culto del successo, l’ossessione dell’apparenza, la solitudine) e quella collettiva (populismo, disaffezione verso le istituzioni, astensionismo, disuguaglianze economiche, controllo invasivo del potere, abuso o negazione delle libertà personali). Per concludere che la felicità personale dei cittadini può concorrere a migliorare l’esistenza collettiva e che l’insegnamento socratico può salvare, così come il ritorno al pensiero filosofico anziché chiudere apre agli altri, riconosciuti simili e non solo antagonisti.

 

Non solo di cose amore
di Pietro Del Soldà
Marsilio
17 euro

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente