La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 9 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Gallo replica a Pessina: “Campo provvisorio, situazione sotto controllo”

Il sindaco di Busca risponde alle dichiarazioni del capogruppo di minoranza sulla questione "lavoratori stagionali della frutta" e sui 20 ragazzi trasferiti da Saluzzo

La Guida - Gallo replica a Pessina: “Campo provvisorio, situazione sotto controllo”

Busca – Il sindaco di Busca, Marco Gallo, risponde alle dichiarazioni espresse dal capogruppo di minoranza, Eros Pessina, sulla questione “lavoratori stagionali della frutta”, dopo il trasferimento di 20 migranti in seguito allo sgombero del parco di Villa Aliberti a Saluzzo. “Credo siano necessarie- dice il primo cittadino –  alcune precisasioni dopo le dichiarazioni del capogruppo di minoranza Pessina. Abbiamo saputo nel pomeriggio di mercoledì 1 luglio che il mattino seguente sarebbe stata effettuata una operazione di Polizia per lo sgombero di Villa Aliberti di Saluzzo. Nella mattinata di giovedì 2 luglio verso le 11 ci sono stati consegnati dalle Forze dell’ordine, presso il Comune, venti ragazzi che la Polizia municipale ha provveduto a identificare. Tutti hanno documenti regolari, ma nessuno al momento ha contratti di lavoro. Spiazzati da un’operazione non concordata con gli enti locali (ci era stato detto che ci avrebbero portato dei lavoratori con regolare contratto presso aziende buschesi), abbiamo provveduto a un ricovero immediato presso il cortile interno del municipio. Successivamente abbiamo ricevuto disponibilità a collaborare dal mondo del volontariato buschese: Protezione civile, Croce Rossa, Sai, Caritas e parrocchia di Busca. Nel frattempo abbiamo iniziato una verifica delle strutture e aree comunali e nella giornata di venerdì, anche tenendo conto delle procedure sanitarie per l’emergenza covid, abbiamo individuato come sistemazione provvisoria l’area fluviale lungo il Maira. L’ufficio tecnico e la protezione civile comunale hanno fatto montare un box per i servizi igienici, un’allacciamento elettrico e un tendone, elementi essenziali per la dignità e la vita di queste persone. Nella mattinata di sabato abbiamo consegnato delle tende individuali e trasferito i ragazzi. Un mediatore dei servizi sociali ha avviato contatti con aziende locali per facilitare la collocazione lavorativa nel settore della frutta. L’allestimento del campo è quindi provvisorio in attesa di evoluzioni, speriamo tempestive, che non dipendono dal nostro Comune. Nei prossimi giorni continueremo a lavorare per dare una risposta su questi problemi coinvolgendo anche le aziende agricole locali”.

“Ringrazio Pessina per la disponibilità a collaborare, anche se non sono per niente d’accordo su alcune sue affermazioni. Se ha proposte concrete di locali e siti, immediatamente disponibili, potrà farlo già nella conferenza dei capigruppo che verrà riunita la prossima settimana. Preciso infine e rassicuro anche sulle preoccupazioni covid: tutti i ragazzi sono stati monitorati e continueranno a esserlo, parlare di “bomba sanitaria” o “situazione non accettabile dal punto di vista umano e igienico” può essere un perfetto e puntuale slogan politico che crea tuttavia un allarmamismo in questo momento del tutto ingiustificato. Chi ha responsabilità di governo deve agire in tempi rapidi e con le norme imposte. In 48 ore abbiamo dato una prima risposta su un’emergenza di cui non abbiamo alcuna responsabilità. Sicuramente non perfetta, ma concreta. Concludo dicendo che stiamo lavorando quotidianamente e costantemente con gli altri Comuni del distretto della frutta, uniti, compatti e decisi a chiedere delle soluzioni alla autorità preposte a gestire questa emergenza”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente