La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 12 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Le autostrade liguri non siano campo di battaglia di guerre politico-giudiziarie”

Diego Pasero, presidente di Astra Cuneo, interviene sulla problematica relativa alla situazione caotica di questo periodo sulle autostrade delle Liguria

La Guida - “Le autostrade liguri non siano campo di battaglia di guerre politico-giudiziarie”

Cuneo – Il caos sulle autostrade liguri, tra cantieri, traffico e rallentamenti, spinge il presidente di Astra Cuneo, Diego Pasero, a chiudere un intervento governativo per risolvere la tante problematiche che in questi giorni devono affrontare il loro associati. “Il mio telefono sta esplodendo – dichiara Diego Pasero – a causa delle chiamate da colleghi e ditte associate. Autisti sull’orlo di una crisi di nervi, committenti inferociti per il ritardo delle prese o delle consegne della merce, tempi di guida e di riposo impossibili da rispettare, trasporti eccezionali prenotati secondo le procedure stabilite e annullati poche ore prima, costi delle imprese che corrono e impossibilità di fatturare. Ci si chiede come si faccia a spiegare razionalmente la ragione per cui non si sono fatti i controlli sulle gallerie nei due mesi e mezzo del lockdown a traffico ridottissimo, quando contemporaneamente si lavorava a terminare il Ponte Morandi. Comprendiamo le esigenze di messa in sicurezza, tuttavia la gestione di questi controlli sulle gallerie stanno ottenendo risultati opposti, creando situazioni su strada altamente pericolose. Chiediamo al ministro De Micheli di agire in modo straordinario pianificando con il gestore la soluzione di tale disastro. Nel frattempo come categoria richiediamo al fine di compensare le perdite economiche subite, lo storno del pagamento dei pedaggi autostradali su tutta la rete autostradale ligure e sulle autostrade di collegamento, l’emanazione di direttive agli organi di controllo su strada per evitare sanzioni ai conducenti impossibilitati al rispetto dei tempi di guida e di riposo e l’adeguamento dello stanziamento per il ristoro del crollo del Ponte Morandi”

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente