La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 6 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Fondazione Banca del Monte di Lombardia apre a Intesa

A sorpresa cambia idea la Fondazione pavese che fa parte del Comitato azionisti di riferimento di cui fa parte dal Fondazione Crc alla vigilia del cda di Ubi

La Guida - Fondazione Banca del Monte di Lombardia apre a Intesa

Cuneo – Alla vigilia del cda di Ubi Banca che si terrà venerdì 3 luglio per esprimersi sull’offerta pubblica di scambio di Intesa Sanpaolo, prende le distanze dalle posizioni dei soci del patto Car, il Comitato fra Azionisti di Riferimento, tra cui c’è la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, un altro azionista di peso del Gruppo bancario, la Fondazione Banca del Monte di Lombardia. Lo annuncia Il Sole 24Ore anticipando un’intervista che uscirà sul quotidiano economico di domani al presidente Aldo Poli. L’azionista pavese  che controlla il 4,96%, a sorpresa apre la possibilità dell’offerta di scambio lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi perché sottolinea al quotidiano di Confindustria “ciò che ci interessa è la tutela del territorio e la valorizzazione dell’investimento della Fondazione”.

Una scelta quella della Fondazione Banca del Monte di Lombardia che va in contrasto con quello annunciato finora dai soci del patto Car che hanno bollato la richiesta di Intesa come “ostile” e “inaccettabile”.  Al Comitato azionisti di riferimento che conta quasi il 19% aderiscono la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo che detiene il 5,91%, la Fondazione Banca del Monte di Lombardia e cinque azionisti bergamaschi: la Polifin della famiglia Bosatelli 2,85%, la Next Investment Srl che fa capo alla famiglia Bombassei 1,005%, P4P Int e la famiglia Pilenga 1,005%, Radici Group e la famiglia Gianni Radici 1,044%, Scame Spa e la famiglia Andreoletti 1,011% e la famiglia Gussalli Beretta di Brescia con l’1%.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente