La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 6 luglio 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Riaprire le scuole di Ronchi e Cerialdo”

Sono perfettamente a norma e possono essere utilizzate subito. L'appello di Maria Carla Chiapello, responsabile provinciale Moderati Cuneo

La Guida - “Riaprire le scuole di Ronchi e Cerialdo”

Cuneo – “La scuola elementare dei Ronchi di Cuneo deve essere subito riaperta, senza se e senza ma, considerato che è perfettamente a norma e non necessita di alcun intervento di messa in sicurezza”. È l’appello di Maria Carla Chiapello, responsabile provinciale Moderati Cuneo, nei giorni in cui i Comuni sono impegnati a ripensare l’intero sistema scolastico nell’era Covid, non c’è altro tempo da perdere perché ormai settembre è alle porte e non si può correre il rischio di farsi trovare impreparati quando suonerà di nuovo la prima campanella per gli studenti.

“L’istituto – dice la Chiapello – è stato dismesso alcuni anni fa in un’ottica di tagli dei costi, con il pretesto che il numero degli iscritti era esiguo, senza tenere conto che sarebbe così venuto a mancare un importante presidio del territorio. Stessa sorte è toccata alla scuola di Cerialdo. È stato un errore perché la vita delle frazioni è organizzata intorno alle poche istituzioni presenti. Una scuola che chiude è sempre una grossa perdita per una comunità”.

Poche aule, pochi spazi a disposizione per garantire il rispetto delle norme anti-Covid. È il problema di cui si dibatte a gran voce in questo periodo. “Da alcuni amministratori è stata anche avanzata la proposta di utilizzare teatri e cinema per supplire alle carenze – conclude la Chiapello -. La scuola dei Ronchi offre una soluzione immediata che torna utile a molti genitori residenti in quell’area. Le aule sono spaziose e in più c’è un ampio cortile in cui è possibile tenere le lezioni all’aperto. Restituiamo al più presto alle comunità dei Ronchi e di Cerialdo, per anni penalizzate da scelte sbagliate, le loro scuole”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente