La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 26 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Se si usa il contante per la cassa integrazione

Nell'era dei pagamenti tracciabili e di evitare i contatti i lavoratori hanno ricevuto una lettera per ritirare l'assegno direttamente alle Poste

La Guida - Se si usa il contante per la cassa integrazione

Cuneo – Le indicazioni governative indicano da tempo la strada del limitare sempre più l’uso del contante. Tutto per rendere sempre più tracciabili tutti i pagamenti e tutti i movimenti di denaro. A questa esigenza di lotta all’evasione fiscale con la pandemia si è aggiunta anche quella di favorire sempre più i pagamenti attraverso carte e cellulari ed evitare “il contatto” con il contante alle casse di negozi, supermercati e uffici. In tutte le indicazioni di questi mesi per limitare il più possibile i contatti non necessari e per mantenere la distanza di sicurezza i pagamenti con bancomat, carte e cellulare sono stati caldamente raccomandati, così come i pagamenti direttamente sul conto. Dal 1° luglio intanto scatta la norma che va di nuovo a modificare, la soglia massima di limiti di pagamento in contanti, che sarà di 2.000 e poi dal 1° gennaio 2022 scenderà di nuovo a 1.000 euro.

Tutti sembra tranne l’Inps, o almeno una parte delle funzioni dell’Istituto nazionale di previdenza sociale. In queste settimane molti lavoratori hanno ricevuto via posta una lettera dell’Inps che li invitava a recarsi negli uffici postali con un codice, a fare coda di persona, per ritirare l’assegno o i contanti della cassa integrazione speciale scattata com il lockdown. Altroché snellimento, e operazioni senza contanti e limitando i contatti..

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente