La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 5 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Consiglio comunale ancora “da remoto” per Cuneo

Sarà il primo per il "nuovo" consigliere di Fratelli d'Italia, Alberto Coggiola, passato dai Moderai al partito della Meloni

La Guida - Consiglio comunale ancora “da remoto” per Cuneo

Cuneo – Ancora “da remoto” il Consiglio comunale di fine giugno, convocato per lunedì 29 e martedì 30 giugno (alle 17). Tanti i punti all’ordine del giorno, per lo più a tema “post-coronavirus”.
Sarà il primo Consiglio per il “nuovo” consigliere di Fratelli d’Italia, Alberto Coggiola che, eletto nei moderati e già uscito a metà gennaio dalla maggioranza Borgna per finire nel gruppo misto di minoranza, è passato la scorsa settimana al partito della Meloni.
Da lunedì Coggiola andrà quindi a sedersi vicino all’altro consigliere comunale passato a Fratelli d’Italia, Massimo Garnero, entrato in consiglio come unico rappresentante di Forza Italia. Ora il consiglio comunale rimane invariato come forze di maggioranza e forze di opposizione ma la composizione dell’opposizione è ben diversa da prima. Forza Italia non esiste più, così come in maggioranza a gennaio era già sparita la lista dei Moderati che a Cuneo aveva sempre contato su uno o due consiglieri, mentre entra la lista con due consiglieri, che solo tre anni fa aveva raccolto un pugno di voti arrivando appena all’un per cento. Gli ex Alleanza Nazionale potrebbero aggregare o avvicinare anche l’ex compagno di partito, Giuseppe Lauria, diventando il gruppo di minoranza più numeroso.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente