La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 11 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Un aiuto per gustare il bellissimo inno allo Spirito Santo

Un libro che aiuta a pregare Colui che è vento e fuoco e che agisce nei cuori

La Guida - Un aiuto per gustare il bellissimo inno allo Spirito Santo

Cinquanta giorni dopo la Pasqua si celebra l’effusione da parte del Risorto dello Spirito Santo, dono offerto perché la parola evangelica possa essere vissuta personalmente e come comunità. Nella preghiera del Credo, tutti i credenti dicono di credere nello Spirito Santo. Anche se, come lamentarono durante il Concilio Vaticano II i Padri conciliari,  lo Spirito Santo sembra essere ancora un “Illustre sconosciuto”, o il grande dimenticato, colui che per i cristiani non è assente, ma passa sotto silenzio.

Per riscoprire questa presenza, per pregare lo Spirito, per conoscere la sua azione è utile la lettura del libro di don Gianni Falco (sacerdote cuneese, parroco nella chiesa di San Paolo) intitolato “Il vento e il fuoco”, L’Artistica editrice. Libro che porta la Prefazione  di Maria Pia Garavaglia, già ministro della Sanità (1988 – 1992).
A guidare (potremmo anche dire “illuminare”) la riflessione di don Gianni è la bellissima Sequenza allo Spirito Santo che si legge in tutte le chiese il giorno di Pentecoste, prima della proclamazione del Vangelo: “Vieni Santo Spirito, manda a noi dal cielo un raggio della tua luce. Vieni padre dei poveri…”. Sequenza che viene attribuita all’arcivescovo di Canterbury Stephen Langton, che risale al 1220 circa.
Per ogni invocazione dell’Inno, don Gianni offre dei commenti, brevi ed incisivi, riflessioni – scrive l’Autore nell’Introduzione – tratte da padre Alfred Delp, gesuita tedesco che collaborò alla resistenza contro il regime nazista. A dargli la forza di resistere e la serenità per attraversare questo momento, come attestò lui stesso, fu proprio lo Spirito Santo.

Un libro da consigliare, quindi, per invocare, pregare lo Spirito. E anche per “imparare ad osservare il suo agire quotidianamente nella nostra realtà esistenziale. Lo Spirito soffia sempre dove e come vuole; sta a noi essere attenti, umili e silenziosi, per riuscire ad afferrarlo quando ci passa vicino”, come scrive Maria Pia Garavaglia nella Prefazione.

Il vento e il fuoco
di Gianni Falco
L’Artistica

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente