La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 6 luglio 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sampeyre, Amorisco spiega i ritardi alla Corte dei Conti

Sampeyre Turismo, la Guardia di Finanza continua con i controlli per capire il perché dell'assenza di introiti per le piste di sci nel 2015 e nel 2016

La Guida - Sampeyre, Amorisco spiega i ritardi alla Corte dei Conti

Sampeyre – Mentre la Guardia di Finanza di Cuneo, su mandato della Corte dei Conti di Torino, prosegue nelle indagini sulla Sampeyre Turismo, il sindaco Domenico Amorisco ha scritto il 29 maggio alla Corte dei Conti di Torino, scusandosi per i ritardi nell’invio della documentazione richiesta. Con riferimento alle osservazioni della Corte dei Conti, “si precisa che non è stato possibile osservare il termine dei 15 giorni assegnato: in conseguenza del periodo dei tre mesi (marzo, aprile e maggio) di limitata attività in presenza dei titolari dei vari uffici a causa dell’emergenza del coronavirus; inoltre, per l’entrata in vigore della nuova Imu e della Tari e dei predisponendi nuovi regolamenti. Infine, scaduto l’organo di revisione al 31 dicembre 2019, si è provveduto a nominare il nuovo revisore del conto per il triennio 2020-2022 il 13 gennaio nella persona del ragionier Umberto Condorelli”. Amorisco comunica la nomina del nuovo commissario liquidatore della Sampeyre Turismo, Paolo Tomatis di Cuneo, che ha preso il posto del dimissionario Roberto Bono di Brossasco. Il sindaco trasmette a Torino un documento, compilato il 28 maggio 2018, ma mancante (‘elenco spese di rappresentanza negativo’), “probabilmente non trasmesso a codesta Sezione dalla dipendente titolare collocata a riposo l’8 giugno 2018”. Altri chiarimenti sui rendiconti del 2017 e del 2018 saranno forniti quando il revisore dei conti li avrà esaminati, precisa il sindaco di Sampeyre. I Finanzieri stanno indagando per capire come mai nei bilanci del 2015 e 2016 non figurano gli incassi derivanti dai proventi delle piste da sci comunali. Ai militari della Guardia di Finanza arrivati in municipio, il sindaco ha spalancato l’armadio che contiene più faldoni di documenti della Sampeyre Turismo. I fratelli Manuel e David Fina, ex gestori delle piste di Sampeyre: “Apprendiamo da La Guida di queste indagini. Con la Sampeyre Turismo, la nostra società e la nostra gestione non hanno mai avuto alcun legame (sia contrattuale che di altra natura)”. L’ex commissario liquidatore Roberto Bono di Brossasco non commenta. L’ex sindaco di Sampeyre, Roberto Sasia: “Per ora non rilascio dichiarazioni, ci sono delle indagini in corso” (nella foto, gli impianti nel vallone di Sant’Anna).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente