La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 6 luglio 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Centri estivi, la Regione con il governo per indicare i Comuni da aiutare

Sul sito dell'ente la scheda da compilare e inviare entro la serata di martedì 9 giugno, per accedere ai fondi nazionali

La Guida - Centri estivi, la Regione con il governo per indicare i Comuni da aiutare

Cuneo – La Regione collaborerà con il governo per individuare i Comuni interessati ai finanziamenti per i centri estivi, per far partire al meglio questo servizio per le famiglie nelle diverse realtà territoriali, in un’estate che segue mesi difficili per l’emergenza sanitaria Covid-19. “La Regione Piemonte collaborerà con il Dipartimento Politiche per la Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri alla ricognizione sull’interesse dei Comuni ad attivare i servizi dei Centri estivi diurni, quelli socio-educativi territoriali per la fascia 3-14 anni nel periodo giugno-settembre 2020”, annunciar l’assessore regionale alle politiche della famiglia, Chiara Caucino.
Con il Decreto Rilancio sono stati disposti specifici finanziamenti in favore dei Comuni per iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, per il potenziamento dei centri estivi. “In tale perimetro viene ribadito dalla Regione – è stata richiesta la disponibilità delle Regioni per effettuare, sui rispettivi territori, una ricognizione propedeutica alla predisposizione di un piano di riparto e assegnazione ai Comuni delle risorse dedicate, sul Fondo nazionale per le politiche della famiglia. Per questo motivo, la Regione, in collaborazione con i rappresentanti delle autonomie locali, ha avviato una rilevazione presso tutti i Comuni del proprio territorio”.
I tempi, però, sono stretti: la scheda di rilevazione, disponibile sul sito della Regione (diritti e politiche sociali), dovrà essere compilata dai Comuni interessati all’attivazione e trasmessa entro le ore 24 del 9 giugno, cioè entro la serata di martedì prossimo, solo via mail (osservatorio.infanzia@regione.piemonte.it; per informazioni, tel. 011-4324886 e 4323173; immagine di repertorio).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente