La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 5 luglio 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

L’associazione partigiani e le svastiche a Cuneo e Boves: “Gesto infame, non possiamo restare inerti”

L'Anpi provinciale condanna i fatti avvenuti nella notte tra sabato e domenica: “Chiediamo alle autorità competenti di individuare, indagare e sanzionare gli autori dell'infame gesto”

La Guida - L’associazione partigiani e le svastiche a Cuneo e Boves: “Gesto infame, non possiamo restare inerti”

Cuneo – L’Anpi di Cuneo interviene sulle svastiche che sono state disegnate a Cuneo e Boves nella notte tra sabato e domenica con una lettera della presidente provinciale, Ughetta Biancotto.

“Abbiamo appreso dagli organi di stampa locali la notizia del ritrovamento delle svastiche sia a Cuneo che a Boves, tutte e due città Medaglie d’Oro per meriti della resistenza. Le associazioni antifasciste deplorano e sottolineano la gravità di questi fatti avvenuti in luoghi significativi delle città. Per tutti gli antifascisti il monumento alla Resistenza di Mastroianni è un luogo sacro e degno di rispetto e questi episodi sono da condannare e da sanzionare il nazifascismo sconfitto dalla storia tenta spesso di rialzare la testa anche in questi miserevoli gesti che non possono e non devono essere sottovalutati. Tutte le manifestazioni e le cerimonie che hanno un valore storico del ‘900, a Cuneo hanno appuntamento nel parco della Resistenza, quella pagina che ha dato riscatto all’Italia e a tutti i suoi cittadini e che ha consegnato a tutti noi la Libertà, la Democrazia.

L’Anpi chiede fermamente alle autorità competenti di individuare, indagare e sanzionare gli autori dell’infame gesto. Vanno applicate le leggi sul reato di apologia del fascismo vanno sciolte le organizzazioni che si richiamano ad esso. Non possiamo stare inerti e in silenzio, dimostriamo di avere gli anticorpi per combattere l’insorgere di odio nei nostri animi e nelle nostre menti.

Ora e sempre Resistenza!”

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente