La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 1 dicembre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Vogliamo partecipare al Tavolo di lavoro per l’Ospedale di Saluzzo”

Richiesta dell’ Avis e della Croce Verde di Saluzzo ai vertici dell’AslCn1

La Guida - “Vogliamo partecipare al Tavolo di lavoro per l’Ospedale di Saluzzo”

Saluzzo – La Sezione Avis e la Croce Verde di Saluzzo chiedono di essere ammessi come “portatori di interesse” al Tavolo di lavoro per l’Ospedale civile (proposto dall’Officina delle Idee di Saluzzo, guidata da Giovanni Damiano). Maria Silvana Barra (per l’Avis) con Michele Isoardi e Michele Caruso (per la Croce Verde):“Interpretando il sentire condiviso dei nostri associati e volontari, oltre che anche della popolazione, ci uniamo all’appello accorato lanciato dall’Officina delle idee per una rapida ripartenza del nostro Ospedale. È una realtà fondamentale e necessaria nel territorio del Saluzzese, esteso sulla pianura ma anche su due valli alpine. L’esperienza che stiamo vivendo (ora per fortuna in una fase meno acuta) dimostra quanto una Sanità vicina alle esigenze della popolazione sia irrinunciabile, non solo come Ospedale ma anche come Distretto”. Il documento è stato inviato ai vertici dell’AslCn1.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente