La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 5 giugno 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È possibile presentare la richiesta per l’ampliamento temporaneo dei dehors 

Gli operatori del commercio potranno effettuare un ampliamento della superficie occupata fino al raddoppio dello spazio precedentemente richiesto o ottenuto

La Guida - È possibile presentare la richiesta per l’ampliamento temporaneo dei dehors 

Cuneo – La giunta comunale ha approvato le indicazioni operative per le richieste di ampliamento temporaneo dei dehors. Gli operatori del commercio che abbiano già richiesto o ottenuto concessione temporanea di occupazione suolo pubblico per l’anno 2020, sia quelli che ancora debbano richiederla, potranno effettuare un ampliamento della superficie occupata (riferita a quella autorizzata nel 2019), fino al raddoppio dello spazio precedentemente richiesto o ottenuto.

Tavoli, sedie e ombrelloni potranno essere posati anche non in prossimità dell’esercizio commerciale (nel rispetto delle geometrie previste dal Regolamento dehors e padiglioni). L’occupazione potrà essere ampliata durante l’apertura dei locali e completamente rimossa alla chiusura dell’esercizio esercizio. L’assegnazione di nuovi spazi dovrà, in ogni caso, tenere conto sia delle concessioni esistenti che richiedono un ampliamento, sia delle nuove richieste, ed eventuali situazioni di criticità dovranno essere valutate a seguito di verifica e sopralluogo da parte dell’Ufficio Commercio, della Polizia Locale e del settore Lavori Pubblici. Le nuove istanze, diverse da quelle già autorizzate, saranno gestite come occupazioni temporanee di suolo pubblico. Al fine semplificare e velocizzare la presentazione delle nuove richieste, sul sito del Comune di Cuneo, alla pagina Sportello Unico Attività Produttive (Suap) cliccare sulla voce “Presentare Istanze-dehors-proroga”, le attività interessate devono compilare direttamente online il modulo di richiesta n. 3456 (“Comunicazione di occupazione temporanea di suolo pubblico presso attività di commercio e somministrazione alimenti e bevande -Emergenza epidemiologica da COVID- 19”).

Nel presentare la domanda il richiedente deve dichiarare: di essere in regola con il pagamento dei canoni e tributi dovuti in relazione all’attività di commercio/di somministrazione di alimenti e bevande; di non avere pendenze per sanzioni eventualmente elevate dalla Polizia Municipale nell’ambito dell’attività di commercio/di somministrazione di alimenti e bevande; di non pregiudicare diritti di terzi, nell’area interessata dall’occupazione temporanea del suolo pubblico/dall’ampliamento di superficie del dehors-padiglione, anche in relazione agli spazi di manovra per l’accesso ai passi carrai; di non creare ostacolo alla viabilità, di non essere in contrasto con il Codice della Strada, di non creare impedimento al transito delle persone diversamente abili e di non occultare la vista di eventuali impianti semaforici e di segnaletica verticale.

Alla domanda va allegata una planimetria dell’occupazione temporanea del suolo pubblico\dell’ampliamento di superficie del dehors-padiglione e l’atto di assenso delle attività commerciali prospicenti o confinanti, se dovuto.
Restano comunque inderogabili tutte le disposizioni vigenti in ambito di sicurezza stradale, ordine pubblico, contenimento dell’inquinamento acustico, divieto di assembramento, oltre che le norme per il normale svolgimento della raccolta differenziata.

“Una procedura semplice da seguire per essere operativi da subito – dice l’assessore alle Attività Produttive, Luca Serale-. Come amministrazione comunale siamo in prima linea per dare supporto al tessuto economico della città fortemente provato da queste settimane di chiusura. Questa è la prima misura, gratuita e immediata, stiamo lavorando per mettere in campo più risorse possibili, cercando al contempo di ridurre al massimo la burocrazia”.  

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy