La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 5 giugno 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Fondi Crosetto dopo 20 anni arrivano quasi 25 milioni in Provincia

Per la Variante  di Cherasco, tratto Bergoglio-abitato di Bra, Variante di Pollenzo e relativi adeguamenti, Variante Est all’abitato di Alba per il collegamento tra l’asse autostradale Asti-Cuneo

La Guida - Fondi Crosetto dopo 20 anni arrivano quasi 25 milioni in Provincia

Cuneo – Variante  di Cherasco, tratto Bergoglio-abitato di Bra, Variante di Pollenzo e relativi adeguamenti, Variante Est all’abitato di Alba per il collegamento tra l’asse autostradale Asti-Cuneo, l’abitato di Alba e la strada regionale 29. Sono le quattro grandi opere che verranno finanziate con i fondi Corsetto attesi in provincia da 20 anni.

“Un risultato storico che arriva dopo quasi vent’anni di lavoro, portato a casa grazie alla determinazione del consigliere provinciale delegato alla viabilità Massimo Antoniotti con il sostegno dei parlamentari Mino Taricco e Marco Perosino. Un risultato che darà respiro alle opere più attese della nostra viabilità provinciale di Langhe e Roero”.
Così il presidente della Provincia, Federico Borgna, ha commentato la notizia dell’arrivo, dopo quasi due decenni di attesa, dei cosiddetti “fondi Crosetto”, un piano di stanziamento partito con la legge finanziaria 2006 e successivi decreti interministeriali che articolavano il finanziamento erogando alla Provincia di Cuneo un importo annuale di 1.650.000 euro per 15 anni, per un totale pari a 24.750.000 euro.

Le quattro opere: Variante all’abitato di Cherasco nuovo collegamento tra la provinciale 661 e la provinciale 12 con il casello di Cherasco dell’autostrada Asti-Cuneo lotto I per un importo complessivo di 8.500.000 euro di cui 7.549.800 euro sul finanziamento della legge 266/2005, 800.000 euro a carico della Regione Piemonte e 150.200 euro a carico del Comune di Cherasco; Strade provinciali 7 e 661. Adeguamento del tracciato finalizzato al miglioramento dei collegamenti dell’area Albese e Braidese con i caselli di Alba Ovest e di Cherasco con l’autostrada Asti-Cuneo, lotto I – adeguamento sp. 661 tratto Bergoglio-abitato di Bra (cosiddetto sottopassaggio Bergoglio). Importo complessivo 3.000.000 di euro interamente finanziato con fondi della legge 266/2005; Strade provinciali 7 e 661. Adeguamento del tracciatoper il miglioramento dei collegamenti dell’area Albese e Braidese con i caselli di Alba Ovest e di Cherasco con l’autostrada Asti-Cuneo: Lotto II – S.P. 7 Variante di Pollenzo e relativi adeguamenti (cosiddetta via Nogaris) per un importo totale rideterminato in 2.900.000 euro di cui 2.200.200 sul finanziamento di cui alla legge 266/2005 e 699.800 euro in compartecipazione del  comune di Bra; Variante Est all’abitato di Alba per il collegamento tra l’asse autostradale Asti-Cuneo, l’abitato di Alba e la strada regionale 29 (lotto 1) per la realizzazione del nuovo (terzo) ponte sul fiume Tanaro e collegamenti. Realizzazione del nuovo ponte sul fiume Tanaro e collegamenti con la strada regionale 29 e con la tangenziale di Alba, interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza della rete stradale di collegamento con l’autostrada Asti-Cuneo per un importo totale di 27.940.000 euro di cui 12.000.000 sul finanziamento della legge 266/2005 e la restante quota a carico del comune di Alba.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy