La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 12 agosto 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Storia universale di amicizia e di coraggio

"Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" di Luis Sepulveda, morto qualche giorno fa

La Guida - Storia universale di amicizia e di coraggio

La gabbiana Kengah finisce nel petrolio in mare e muore su un balcone di Amburgo. Là c’è Zorba, un micio nero a cui la gabbiana affida il suo uovo chiedendogli di insegnare al piccolo a volare. Grazie all’aiuto di tutti e a una grande idea, il gatto riuscirà nella missione. Due animali così diversi e nella realtà tanto avversi sono riusciti ad aiutarsi e ad amarsi. È molto facile accettare e amare chi sembra uguale a noi. Ma è difficile far entrare nel cuore chi uguale non è. In una storia che ha la grazia di una fiaba e la forza di una parabola, il grande scrittore cileno tocca i temi a lui più cari: l’amore per la natura, la generosità disinteressata e la solidarietà, anche fra diversi.È una delle storie di amicizia e coraggio scritte da Luis Sepulveda, scrive per ragazzi ma universali. “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” è la più famosa panche grazie al bel cartone animato tutto italiano di Enzo D’Alò, ma c’è anche “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico”, “Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza, “Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa” e “Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà”.Un omaggio a un grande scrittore come Sepulveda, morto a 70 anni nell’ospedale universitario di Oviedo, in Spagna, dove era ricoverato da fine febbraio per le conseguenze del coronavirus. Lui e la moglie, la poetessa Carmen Yañez, che vivevano nelle Asturie, avevano iniziato ad accusare i sintomi di ritorno da un festival letterario a cui avevano partecipato in Portogallo.

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare
di Luis Sepulveda
Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente