La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 7 aprile 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Accusa di disturbo della quiete pubblica per un locale

Processo in corso, i testimoni ascoltati "assolvono" il titolare dell'esercizio, nel centro storico di Cuneo

La Guida - Accusa di disturbo della quiete pubblica per un locale

Cuneo – Con l’accusa di disturbo della quiete pubblica è in corso di svolgimento al Tribunale di Cuneo il processo al gestore del locale Lucertolo’s di via Quattro Martiri, in pieno centro a Cuneo.
Una vicenda che ha avuto inizio nel 2015 con la prima denuncia presentata da quindici residenti nei palazzi vicini al locale e proseguita con altre denunce nel 2016 e nel 2017; tra oblazioni e defezioni dei querelanti, che sono ora rimasti in cinque, si è a processo per l’ultima denuncia del 2017.
Gente che parla ad alta voce, schiamazzi e strepiti fino a tarda notte, soprattutto d’estate quando si sta con le finestre aperte, e poi gli insulti dei clienti del locale se si chiede di abbassare il tono della voce; c’è tutto questo nelle lamentele dei vicini del locale.
Da parte sua il gestore del locale ha anche affisso un invito ai clienti a evitare schiamazzi e su disposizione del comune ogni sera smonta il dehors. Ma non tutti i vicini si lamentano: oggi (mercoledì 26 febbraio) in aula sono stati ascoltati i primi testi della difesa che hanno dichiarato di non aver mai sentito schiamazzi molesti provenire dal locale.
“Non c’è musica ad alto volume o schiamazzi – ha dichiarato il primo teste le cui finestre di casa erano proprio sopra il locale -, la clientela è di un certo livello e il gestore è molto corretto, se i clienti escono a fumare una sigaretta, si assicura che non disturbino i residenti”.
“Riesco a dormire tranquillamente anche d’estate con la finestra aperta – ha detto un altro testimone -, abito lì da 14 anni e non ho mai avuto problemi”.
L’udienza è stata rinviata al 25 marzo per ascoltare altri testimoni della difesa.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy