La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 15 maggio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Limone, dopo 30 anni torna il carnevale

Martedì grasso viene rievocata una tradizione che rischiava di perdersi

La Guida - Limone, dopo 30 anni torna il carnevale

Limone Dopo una trentina d’anni, il 25 febbraio (martedì grasso) torneranno in paese Côrel, l’elegante capo della festa armato di sciabola, Arlecchino, i due turchi (i turc), Bârba Vecc e Mâgna Vegia, i giardinieri, il medico, Lazard (il giustiziere)… e Zândumeni carlevur (il giustiziato). 

“Quella del carnevale era una tradizione limonese che rischiava di andare persa – spiega la vice sindaca Rebecca Viale Verrà -. Quest’anno viene ripresentata al pubblico perché, tra i progetti dell’amministrazione comunale, c’è la volontà di riscoprire gli aspetti più importanti della nostra cultura”.

Per l’organizzazione della manifestazione, che introdurrà alcuni elementi “moderni”, è stato lanciato nelle settimane scorse un appello alla collaborazione. Hanno risposto in una cinquantina che parteciperanno alla parata in costume, cui si aggiungeranno i ragazzi delle scuole locali e della Scuola Sci Limone che distribuiranno caramelle e cioccolatini Venchi al pubblico.

L’appuntamento è, alle ore 17, in piazza Henry Dunant. Di qui comincerà la manifestazione con la sfilata e lo svolgimento dei vari momenti. Tra i più gustosi in programma, la lettura del testamento di Zândumeni: “Nel carnevale rappresenta lo scemo del paese, ma dal documento, letto ad alta voce dal notaio, il personaggio risulterà ironico e spiritoso, capace di prendere in giro le autorità locali, e tutt’altro che scemo”, racconta Viale. 

Seguirà la decapitazione del povero Zândumeni da parte di Lazard; la testa sarà messa sulla punta della sciabola e incendiata.

Nell’evento non mancheranno musica e balli tradizionali e l’offerta di “vin brulé” a cura della sezione locale della Cri in piazza Dunant.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente