La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 10 aprile 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I Guappecartò in concerto per il Giorno del ricordo

Il gruppo presenta il nuovo album “Sambol -Amore migrante”, giovedì 20 febbraio al teatro Toselli

La Guida - I Guappecartò in concerto per il Giorno del ricordo

Cuneo – Giovedì 20 febbraio il quintetto strumentale “Guappecartò” si esibirà al teatro Toselli: dalle 21, il gruppo nato a Perugia ma attualmente di stanza a Parigi presenterà al pubblico il nuovo album “Sambol – Amore Migrante”, dedicato a quell’“amore migrante” che non teme barriere, viaggia, va al di là dello spazio e del tempo e si tramanda di padre in figlia. Sarà uno show unico ed emozionante, ospitato in città in occasione del Giorno del ricordo, solennità italiana celebrata per “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”.

Registrato alle Officine Meccaniche di Milano e missato da Laurent Dupuy (vincitore di due Grammy Awards), l’album è composto da nove rivisitazioni delle opere di Vladimir Sambol, compositore degli anni ’30 nato a Fiume ed emigrato in Svezia, alla notizia delle foibe, dopo la Seconda Guerra Mondiale. Il disco, prodotto da Stefano Piro, nasce dall’incontro dei Guappecartò (‘O Malamente al violino, Frank Cosentini alla chitarra, Dott. Zingarone alla fisarmonica, Mr Braga al contrabbasso e ‘O Brigante alla batteria e percussioni) con la figlia di Sambol, Mirjam Sambol Aicardi, che, rimasta impressionata dai live dei Guappecartò li ha invitati a ripercorrere il repertorio del padre. La scrittura di Sambol è stata in alcuni casi fedelmente rispettata, in altri  è servita a sviluppare ed ottenere brani profondamente diversi dall’originale a favore di una ricerca sonora inedita e atipica per il quintetto, ampliata da collaborazioni sorprendenti. I brani originali sono destrutturati, riarrangiati, trasfigurati e a volte incrementati di parti composte ad hoc. 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti; biglietti in distribuzione presso l’Urp (massimo 4 biglietti a persona).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy