La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 9 aprile 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Rifiuti vegetali abbandonati nell’area protetta

Intervento dei carabinieri forestali di Saluzzo all'interno del Bosco del “Merlino”, il trasgressore è stato multato

La Guida - Rifiuti vegetali abbandonati nell’area protetta

Caramagna – I militari della stazione Carabinieri Forestale di Saluzzo, durante servizio di vigilanza ambientale all’interno del Bosco del “Merlino” nel comune di Caramagna Piemonte hanno constato l’abbandono di rifiuti vegetali derivanti da potatura da parte di un privato, frammisti a plastica e vetro, per un volume complessivo di circa 1 mdi materiale. Al trasgressore, colto all’atto dell’abbandono, è stata irrogata una sanzione amministrativa di 600 euro con l’obbligo di conferire i rifiuti presso l’isola ecologica. L’accesso all’interno del bosco, come indicato da apposita cartellonistica, è vietato ai mezzi non autorizzati.

Il valore ambientale del “Bosco del Merlino” è costituito dalla notevole ricchezza floristica e dal ruolo ecologico che svolge; esso infatti costituisce una delle ultime formazioni boscate a querco-carpineto planiziale della pianura cuneese, con una estensione attuale di 351 ha. Si compone di due nuclei, denominati Bosco Grande (Bosco del Merlino) e Bosco Piccolo (Bosco della Pica), lambiti dal torrente Meletta.

Leggimi la notizia!
Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy