La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 25 settembre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Armo-Cantarana, la Granda torna a chiedere risposte sul progetto

Le imprese e le associazioni di categoria lanciano l'allarme sull'isolamento infrastrutturale e sollecitano l'opera. Appuntamento domenica 19 gennaio a Pieve di Teco

La Guida - Armo-Cantarana, la Granda torna a chiedere risposte sul progetto

Cuneo – In un periodo “nero” per i collegamenti tra il Piemonte meridionale, la Liguria e la Francia, la Granda torna a farsi sentire per sottolineare l’importanza di mettere mano a un nuovo collegamento tra le due aree: si tratta della variante di Pieve di Teco-Ormea traforo di valico Armo-Cantarana,“figlia” di una vecchia idea che oggi si presenta con ipotesi progettuali meno impattanti che in passato, sia per l’ambiente sia per le casse statali. L’appuntamento, dopo l’incontro voluto dal presidente Cciaa Cuneo Ferruccio Dardanello e molto partecipato il 20 luglio scorso a Cantarana davanti al “foro pilota” (il traforo geognostico realizzato all’inizio degli anni Novanta), è a Pieve di Teco domenica 19 gennaio (alle 14.30 al Teatro Salvini). L’iniziativa è, anche in questo caso, della Camera di commercio di Cuneo con quelle liguri (Imperia, La Spezia e Savona) e con Eurocin Geie: verràpresentato il progetto definitivo della variante, con la richiesta alle istituzioni e alla politica di dire sì non soltanto a parole ma sbloccando in modo concreto e definitivo l’opera con lo stanziamento delle risorse necessarie. Prima che altri crolli o problemi possano isolare ancora di più la Granda e le sue imprese.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente