La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 25 ottobre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Rapinato a Cuneo dopo una vincita, una coppia a processo

Una domenica pomeriggio tra bar e sala giochi, poi l'aggressione sotto i portici e il denaro sparito

La Guida - Rapinato a Cuneo dopo una vincita, una coppia a processo

Cuneo – È proseguito questa mattina (mercoledì 11 dicembre) il processo per rapina in cui sono imputati T. E. e C. B. che all’epoca dei fatti avevano una relazione. In aula ha deposto la vittima della rapina, D. B. 44enne di Cuneo. Nel pomeriggio del 15 aprile 2018 l’uomo si sarebbe recato al bar Savoia di corso Nizza dove avrebbe incontrato i due imputati e da lì si sarebbe spostato più volte nella vicina sala giochi dove vinse circa a 600 euro, esibiti poi al bar al momento di pagare la consumazione. Verso le 19 sarebbe uscito dal bar e prima di andare a casa si sarebbe fermato in un ristorante cinese. Mentre attendeva la sua ordinazione, ricevette la telefonata di un amico che lo avvertiva di stare attento perché qualcuno voleva rubargli i soldi. Mentre aspettava sotto i portici D. B. ha raccontato di essere stato aggredito alle spalle da qualcuno che gli ha messo le mani in tasca tirando fuori le banconote; il rapinatore avrebbe preso solo una parte dei soldi, mentre l’altra l’avrebbe sparsa a terra. La vittima ha raccontato di aver subito provato a chiamare i Carabinieri ma a quel punto sarebbe comparsa la ragazza C. B. che gli avrebbe tolto il cellulare dalle mani gettandolo via. D. B. sarebbe comunque riuscito a recuperare il telefono ma a quel punto la ragazza gli si sarebbe gettata addosso facendolo cadere a terra e procurandogli così la rottura del setto nasale (prognosi 30 giorni). Un racconto in cui è d’obbligo il condizionale perché la versione resa in aula da D. B. è molto diversa da quella resa alla scorsa udienza da un amico della vittima, K. I., il quale aveva raccontato di trovarsi con D. B. al momento dell’aggressione, mentre D. B. ha dichiarato di essere solo; i due stavano parlando fuori dal bar sotto i portici quando furono aggrediti, D. B. gli sarebbe caduto addosso provocando a entrambi una frattura al naso e i soldi si sarebbero sparsi a terra. “D. B. mi disse che erano circa 1.500 euro”, ha dichiarato in aula K. I.; ovviamente le discrepanze nel racconto sono state fatte notare dai difensori dei due imputati che hanno chiesto più volte alla parte offesa come avesse potuto dimenticare che al momento dell’aggressione si trovava con un’altra persona e che erano caduti insieme ferendosi al volto. Ha testimoniato l’amico che quella sera avvisò D. B. del tentativo di rapina: “Ho visto i due imputati al bar quella sera e ho sentito dire che volevano rubare questi soldi, allora ho avvisato D. E.”. L’udienza è stata rinviata al 15 gennaio.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente