La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 26 settembre 2020

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Le ricette del dialogo. Cibi e storie per l’intercultura e l’integrazione

Stasera, lunedì 9 dicembre, si terrà l'evento conclusivo al Cookin’ Factory di Torino

La Guida - Le ricette del dialogo. Cibi e storie per l’intercultura e l’integrazione

Dulce, cuoca messicana che ha partecipato al progetto

Torino – Oggi, lunedì 9 dicembre, dalle 17 alle 23, presso Cookin’ Factory (via Savonarola, 2m) si terrà “Afro & Motion”, evento organizzato dall’associazione Panafricando a conclusione del progetto “Le ricette del dialogo. Cibi e storie per l’intercultura e l’integrazione”.

Parteciperanno all’appuntamento di stasera alcuni dei protagonisti del progetto, che ha utilizzato il linguaggio del cibo come mezzo d’integrazione e dialogo interculturale. La cucina, le ricette e la tavola, quindi, come possibilità di scambio e narrazione, oltre che di conoscenza e collaborazione. Tante le esperienze, raccolte nei due anni del progetto, che saranno raccontate stasera: i laboratori culinari di “Ricette d’Africa”, la collaborazione tra gli studenti delle scuole alberghiere e le “Cuoche dal mondo” di Equochef, la formazione organizzata da Slow Food per persone di origine straniera, i migranti che hanno aperto attività lavorative e interculturali legate al cibo e poi le tante associazioni, scuole e realtà che hanno organizzato attività che usano il cibo come occasione d’incontro e racconto interculturale.

Nel cuneese sono diventati promotori di dialogo attraverso la loro cucina, aprendo dei “Ristoranti in Casa”: a Bra, Ibrahima Djalo, originario della Guinea-Bissau, a Barge, Billy Human ed Erika Rodriguez, di origine peruviana e, a Piasco, Dulce Chan Cab, di origine messicana.

“In questo momento storico”, spiega Alessandro Bobba, presidente di LVIA, associazione promotrice del progetto, “pensiamo sia più che mai importante dare visibilità all’impegno, condiviso da tanti, di costruire una società capace di una visione ampia, consapevole delle risorse che si celano nella diversità di persone e culture e che sappia davvero valorizzarle, in diversi campi, dall’economia al sociale, all’innovazione”.

È possibile conoscere le storie delle cuoche e dei cuochi migranti, seguire i video-racconti dei protagonisti del progetto e consultare il ricettario curato da Slow Food, visitando il sito dedicato a “Le ricette del dialogo”: https://lvia.it/intercultura-con-le-ricette-del-dialogo/

Il progetto è promosso dall’associazione LVIA con Slow Food, la cooperativa Colibrì, l’associazione Renken, le associazioni delle comunità africane Asbarl e Panafricando, la Regione Piemonte e la Città di Torino, con il cofinanziamento dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e i contributi delle Fondazioni CRC, CRT, Cattolica e Migrantes.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente