La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 13 giugno 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Profilo violato sul social network, condannato un giovane

Il fidanzato aveva diffuso, dalla pagina della ragazza, un messaggio che rivelava una scelta molto delicata e personale

La Guida - Profilo violato sul social network, condannato un giovane

Cuneo – Un profilo social violato per mettere in piazza davanti a tutti una scelta estremamente delicata e personale. Con l’accusa di accesso abusivo a sistema informatico o telematico è stato processato e condannato nella mattina di oggi (martedì 19 novembre) dal Tribunale di Cuneo M. E. P., un giovane cuneese che nel marzo 2017 era riuscito a entrare nella pagina Facebook della propria fidanzata per pubblicare un post con un dato riservatissimo, la scelta della ragazza di abortire.
I due stavano insieme da alcuni mesi, quando lei rimase incinta. Tra mille dubbi e paure, la giovane aveva scelto di non portare a termine la gravidanza e il suo ragazzo le aveva dato, a parole, completo appoggio e sostegno.
Una mattina di marzo però, la giovane notò una lunga serie di notifiche sul suo stato di Facebook e aprendo la pagina era rimasta letteralmente choccata nel vedere che c’era un post con la notizia della sua decisione e sotto a queste parole una lunga serie di commenti da parte di amici a cui lei in realtà non aveva detto nulla. Il suo ragazzo era riuscito a violare la sua password e a pubblicare quel post come se fosse stata lei stessa a comunicare a tutti quella scelta. In una telefonata, che la ragazza registrò, lui stesso ammise di essere l’autore di quel post su Facebook e che era inutile che lei gli chiedesse come aveva fatto a scoprire la sua password.
I file audio dei messaggi vocali intercorsi fra i due sono stati acquisiti agli atti e, come da richiesta dell’accusa, M. E. P. è stato condannato a un anno di reclusione e al pagamento delle spese processuali.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente