La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 17 ottobre 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È di Cuneo la 29enne motociclista morta nella galleria dell’Est-Ovest

Si tratta di Martina Giudice deceduta nell'incidente a bordo della sua Kawasaki 650 questa mattina intorno alle 9. Riaperta la strada

La Guida - È di Cuneo la 29enne motociclista morta nella galleria dell’Est-Ovest

Cuneo – Si chiama Martina Giudice, la ragazza 29enne motociclista di Cuneo morta questa mattina in un incidente poco dopo le 9 lungo la Est-Ovest in galleria nel tratto Cuneo-Confreria, a bordo della sua moto Kawasaki 650.

Secondo le prime ricostruzione fornite dalla Polizia Municipale che è intervenuta insieme al 118 sul posto, sembra, ma è ancora una presunta dinamica dell’incidente, la giovane conducente della moto abbia perso il corsontrollo del mezzo, cadendo e invadendo la corsia opposta. In senso contrario sopraggiungeva uan Opel Astra che non ha potuto evitare lo scontro. La giovane Martina sarebbe morta sul colpo.Ma la dinamica sarà oggetto di ulteriori approfondimenti della Polizia Locale a seguito dei rilievi effettuati e delle dichiarazioni raccolte sul luogo dell’incidente. Il conducente dell’auto sarebbe stato trasportato al Santa Croce di Cuneo per controlli. Sul posto ci sono gli agenti della Polizia Municipale. L’incidente ha causato il blocco del traffico da buona parte della Est-Ovest e la chiusura della galleria dall’entrata di corso Nizza per tutta la mattina. Ora la strada è stata riaperta e il traffico ripreso regolarmente.

Martina Giudice

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.