La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 17 ottobre 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È morto don Mario Bruno parroco di Castellar e San Giacomo

Per 46 anni parroco delle comunità bovesane prima a Demonte e Sant'Ambrogio a Cuneo. Aveva 84 anni

La Guida - È morto don Mario Bruno parroco di Castellar e San Giacomo

Boves – È scomparso mercoledì sera 11 settembre, dopo una lunga malattia, don Mario Bruno che per 46 anni è stato parroco di Castellar e San Giacomo di Boves, essendo entrato in parrocchia nel luglio 1973. È morto all’ospedale Santa Croce per un improvviso peggioramento, ma da tempo era assistito e curato con amore dalla comunità sacerdotale nella casa canonica di Boves. Don Bruno era nato nel 1934 a Bernezzo e qui era stato ordinato sacerdote il 16 luglio 1961. Dopo le prime esperienze pastorali come vice parroco a Demonte e Sant’Ambrogio a Cuneo era stato inviato a Boves. Uomo semplice, si era subito inserito nelle piccole comunità dell’alta valle Colla e si è legato da profonda amicizia alla sua gente di montagna. Questa sera giovedì alle ore 18 la recita del rosario alle camere mortuarie del Santa Croce, poi la salma sarà trasferita alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Castellar dove alle 21 si terrà una messa di suffragio. Il funerale sarà celebrato venerdì 13 settembre alle 15 nella parrocchia di San Bartolomeo. La salma sarà tumulata nel cimitero di Bernezzo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.