La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 14 dicembre 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Chiude il cavalcavia ferroviario a Magliano Alpi

Lo stop per manutenzione superstraordinaria da oggi luendì 24 giugno rivolto ai mezzi superiori alle 20 tonnellate

La Guida - Chiude il cavalcavia ferroviario a Magliano Alpi

Magliano Alpi – Da oggi lunedì 24 giugno nessun transito ai mezzi di peso superiore alle 20 tonnellate sul cavalcavia ferroviario che da Magliano Alpi porta a Cuneo. Il provvedimento di manutenzione “super straordinaria” è stato preso in seguito ai controlli statici effettuati da Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) sulla struttura per definire il limite di carico su quello che attraversa la linea Fossano Ceva (km 13 + 114) in corrispondenza della strada provinciale 422 (km 0+ 700) Magliano Alpi – Cuneo, nel territorio comunale di Magliano Alpi. La struttura risalente al 1910 era stata dimensionata per un traffico massimo di 24 tonnellate e quindi non adeguata ai mezzi pesanti che circolano attualmente in più la perizia effettuata da Rfi ha constatato un certo ammaloramento. In attesa di interventi di sistemazione la Provincia, su richiesta di Rfi ha imposto il limite di velocità di 40 km orari con un carico di 20 tonnellate partendo da lunedì 24 giugno. Le medesime limitazioni verranno adottate dal Comune di Magliano Alpi sulla bretella parallela che attraversa il centro di Magliano Alpi. La nuova condizione costringerà i mezzi pesanti a trovare una strada alternativa rappresentata dalla provinciale 564 Mondovì Cuneo oppure procedere da Fossano per raggiungere Cuneo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.