La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 25 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Chiese e cappelle piemontesi diventano accessibili con il cellulare

Sono tredici le "Chiese a porte aperte" in Piemonte, di cui sei in provincia di Cuneo, tutte visitabili tramite un sistema automatizzato di apertura e narrazione

La Guida - Chiese e cappelle piemontesi diventano accessibili con il cellulare

Cuneo – Sono tredici, di cui sei in provincia di Cuneo, i beni culturali ecclesiastici piemontesi che a partire da questo fine settimana sono accessibili autonomamente, in condizioni di sicurezza, tramite l’applicazione “Chiese a porte aperte”, una modalità tecnologica innovativa unica in Europa che permette l’apertura automatizzata di chiese e cappelle ampliando così le opportunità di accesso alle numerose testimonianze d’arte sacra nel nostro Paese.

Macra, San Salvatore, interno, parete absidale

Macra, San Salvatore, interno, parete absidale

Dopo la sperimentazione avviata con successo sui primi due “beni-test”, la Cappella di San Bernardo di Aosta a Piozzo e la Cappella di San Sebastiano a Giaveno, il sistema di apertura e narrazione automatizzata viene esteso a partire dal fine settimana ad altre undici cappelle e chiese piemontesi: la Chiesa di San Salvatore a San Damiano Macra; la Cappella di San Giulio a Lemie di Lanzo; l’Oratorio di San Michele a Serravalle Langhe; la Cappella di San Rocco a Mombarcaro; il Santuario di Nostra Signora del Tavoleto a Sommariva Perno; la Cappella di San Sisto a Bardonecchia (Melezet); la Cappella di Notre Dame de Coignet a Bardonecchia (Les Arnauds); la Cappella di Sant’Andrea delle Ramats a Chiomonte; la Confraternita di San Francesco a Santa Vittoria d’ Alba; la Cappella di San Bernardino a Lusernetta; la Chiesa di Santa Maria di Missione a Villafranca Piemonte. Sabato 8 e domenica 9 giugno i volontari saranno a disposizione dei turisti nella scoperta delle cappelle, in una “anteprima” della visita, previa prenotazione tramite app.

Dopo aver scaricato sul proprio smartphone l’applicazione “Chiese a porte aperte”, disponibile sia per Ios sia per Android, occorre registrarsi e prenotare la visita gratuita. Il visitatore, giunto davanti al bene nell’orario di visita selezionato, inquadrerà il QR code e la porta si aprirà automaticamente. All’interno, un meccanismo multimediale avvierà una narrazione storico-artistico-devozionale del bene culturale, disponible in italiano, inglese e francese.

Piozzo, San Bernardo, interno, parete absidale

Piozzo, San Bernardo, interno, parete absidale

L’app è stata sviluppata nell’ambito del progetto Città e Cattedrali, ideato dalla Fondazione Cr Torino e dalle diocesi del territorio piemontese, in collaborazione con la Regione e gli organi periferici del Mibact (Ministero per i beni e le attività culturali).

L’iniziativa è resa possibile grazie all’impegno economico della Fondazione Crt, con il cofinanziamento della Consulta Regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici del Piemonte e della Valle d’Aosta e la partecipazione degli enti proprietari dei beni, sotto l’alta sorveglianza dalle Soprintendenze Archeologia Belle Arti e Paesaggio.

 

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente