La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 27 gennaio 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Dopo un decennio di stop, la Provincia torna ad assumere

Tra mobilità e categorie protette, piccoli segnali di arresto dell'emorragia di personale, anche se le competenze rimangono importanti

La Guida - Dopo un decennio di stop, la Provincia torna ad assumere

Cuneo – La Provincia torna ad assumere: numeri bassi, inferiori ai pensionamenti in corso, ma comunque un piccolo segnale per l’ente e per il territorio. Entro fine anno, infatti, i dipendenti dell’ente saranno una decina in meno rispetto agli attuali 348 (di cui 154 sul territorio: 135 cantonieri e 19 agenti di Polizia faunistico-venatoria), a causa di pensionamenti, e anche questo renderà più urgente la revisione del piano assunzioni 2019-2021. Intanto, però, il 1° dicembre scorso era entrato in servizio un istruttore direttivo amministrativo (ai lavori pubblici, per mobilità da altro ente) e il 1° maggio un istruttore tecnico al settore edilizia; si aggiungono due istruttori tecnici (categorie protette), il primo dal 1° giugno e l’altro dal 1° luglio prossimo. Entrambe le procedure di concorso sono state svolte  dal Comune di Cuneo grazie a una convenzione tra i due enti.
Prima dell’entrata in vigore della riforma Delrio (2014), il 1° gennaio 2015 la Provincia aveva 644 dipendenti. L’ultima persona fu assunta dall’ente il 1° luglio 2011, categorie protette, ma già prima le assunzioni si erano fortemente ridotte fino a bloccarsi del tutto. Di fatto, quindi, un decennio senza assunzioni. In capo all’ente, pur con fondi e personale dimezzati, ci sono competenze strategiche e onerose come la gestione delle strade provinciali, l’edilizia scolastica, la tutela dell’ambiente, la pianificazione territoriale e dei servizi di trasporto provinciali, la programmazione della rete scolastica, la Polizia faunistico-venatoria, la Protezione civile.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente