La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 16 settembre 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Alberto Valmaggia sul voto regionale

“È stata una bella e coinvolgente esperienza, vissuta intensamente. Adesso continueremo a lavorare con sempre maggiore impegno sul territorio"

La Guida - Alberto Valmaggia sul voto regionale

Cuneo – “È stata una bella e coinvolgente esperienza, vissuta intensamente. In questi ultimi cinque anni, in Regione si sono ottenuti risultati importanti e significativi per il futuro del Piemonte nei settori di cui mi sono occupato personalmente come l’Ambiente, la Montagna e l’Urbanistica. Ringrazio tutti coloro che mi hanno affiancato in questi anni, tutti gli elettori per la fiducia accordatami e i colleghi della lista, Valeria, Enrico, Franco e Silvano, che hanno condiviso con me quest’avventura non facile, da cui usciamo comunque a testa alta. La politica per me è sempre stata un servizio, adesso ritornerò serenamente alla mia professione di insegnante”.
Così Alberto Valmaggia commenta i risultati delle elezioni regionali appena concluse. Nonostante i 4593 voti personali (preferenze che rendono Alberto Valmaggia il secondo più votato di tutti i candidati della Provincia di Cuneo) e il quasi 6% di preferenze a livello provinciale per la lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì” – quinta forza politica della Granda -, non è scattato il seggio a Cuneo. Il meccanismo elettorale previsto dalla legge regionale, basato sul valore assoluto e particolarmente penalizzante per la Granda, ha infatti fatto scattare il quorum a Torino dove la Lista del Presidente Chiamparino ha ottenuto il 3.76% dei voti.
“Adesso continueremo a lavorare con sempre maggiore impegno sul territorio – continua Valmaggia -. In tanti comuni della provincia sono stati eletti amministratori che fanno parte della nostra Rete Civica ed è proprio partendo da loro, con particolare attenzione ai giovani, che l’Associazione Monviso vuole continuare il suo percorso politico, grazie anche ad amici come Milva Rinaudo, Federico Borgna e Andrea Olivero che fanno parte del nostro progetto. Si riparte dai giovani e dagli enti locali, proseguendo il cammino in Europa”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.