La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 16 settembre 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Cuneo retrocede in Serie D

La squadra biancorossa esce sconfitta dal doppio confronto contro la Lucchese e paga a caro prezzo le penalizzazioni dovute alla gestione societaria del patron Lamanna

La Guida - Il Cuneo retrocede in Serie D

Cuneo – Al termine di una stagione in cui è successo davvero di tutto, dentro e fuori dal campo, il Cuneo retrocede in Serie D, mentre la Lucchese prosegue il cammino nei playout. È questo il verdetto dello spareggio tra due squadre che sul campo avrebbero conquistato il diritto di giocare i playoff, ma che a causa delle incredibili e assurde gestioni societarie e delle conseguenti penalizzazioni si sono ritrovate a giocarsi la permanenza in Serie C.

Dopo il 2 a 0 incassato nell’andata, al Cuneo non è riuscita l’impresa di ribaltare il risultato sabato pomeriggio al Paschiero. La squadra di Scazzola è arrivata a fine stagione con il fiatone (5 sconfitte nelle ultime 7 partite) e nella gara di ritorno non è riuscita a riaprire i conti contro un avversario con cui in questa stagione ha racimolato appena 1 pareggio e incassato 3 sconfitte tra campionato e playout.

I biancorossi hanno sprecato le occasioni migliori in apertura delle due frazioni con Defendi e Jallow e non sono riusciti a essere concreti sotto rete, pur disputando una partita generosa per impegno e agonismo, sottolineata dagli applausi finali dei tifosi.

La Lucchese si è difesa con ordine e attenzione, ha colpito una traversa con una punizione di Lombardo e si è garantita un finale di partita tranquillo con il gol in contropiede di Zanini.

 

“È stato determinante il primo tempo della partita di andata – ha commentato il tecnico della Lucchese, Giovanni Langella (in panchina al posto dello squalificato Favarin) – Oggi abbiamo saputo soffrire e nel doppio confronto abbiamo meritato ampiamente di passare il turno”.

 

CUNEO-LUCCHESE 0-1

MARCATORE Zanini al 33’st

CUNEO (4-4-2) Cardelli 6,5; Spizzichino 6 (dal 24’ s.t. Said 6), Santacroce 7, Cristini 6,5, Marin 6 (dal 16’ s.t. Celia 6); Arras 5,5 (dal 1’ s.t. Jallow 5), Suljic 5,5, Paolini 6, Caso 6 (dal 16’ s.t. Kanis 6); Defendi 5,5, Gissi 5,5 (dal 1’ s.t. Emmausso 5,5). (Gozzi, Tafa, Alvaro, Ferrieri, Reymond, Castellana, Scarano. All. Scazzola 5,5.

LUCCHESE (4-3-1-2) Falcone 7; Lombardo 6,5, De Vito 6, Martinelli 6,5, Favale 6,5; Zanini 7,5, Mauri 6,5, Provenzano 6 (dal 50’ s.t. Strechie s.v.); Bortolussi 6,5; Di Nardo 6 (dal 19’ s.t. Isufaj 6), Sorrentino 6 (dal 40’ s.t. Santovito s.v.). (Aiolfi, Bacci, Rossi, Zocco, Palmese, Fazzi, Muratore, Cipriani). All. Langella (Favarin squalificato) 7.

ARBITRO Meleleo di Casarano.

NOTE spettatori 800 circa; abbonati, paganti e incasso non comunicati.Ammoniti Martinelli, Falcone, Mauri, Spizzichino, Sorrentino, Suljic. Angoli 4-3.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.