La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 22 settembre 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Quattro film per “Riscoprire l’Europa”

Dall’immigrazione ai diritti civili sullo schermo l’Europa si interroga al Lanteri

La Guida - Quattro film per “Riscoprire l’Europa”

Cuneo – Lo schermo specchio di un’Europa in cerca di sé, con una storia che viene da lontano e un futuro che si gioca nelle scelte di oggi. Apice, La Guida in collaborazione con Europe Direct di Cuneo e la Sala Lanteri propongono quattro proiezioni su temi scottanti della realtà europea. 

Gli arrivi dall’altra riva del Mediterraneo sollevano questioni economiche, sociali ed etiche mettendo spesso in discussione anche la stessa coesione interna dell’UE. Per questo i primi tre titoli, muovendosi sul terreno di questa problematica, la sviluppano secondo percorsi diversificati.

Da un lato c’è l’urgenza di una scelta davanti al dramma dei barconi alla deriva (“Styx” di Wolfgang Fischer), per l’altro c’è chi questa risposta la sta dando in Val Roya (“Libero” di Michel Toesca). La paura davanti allo straniero innesca pericolose derive neonaziste di fronte al terrorismo islamico (“Oltre la notte” di Fatih Akin). Infine, facendo appello ai valori fondanti dell’Unione Europea, lo sguardo si sposta sulla lotta pewr i diritti civili nell’Inghilterra del 1819 (“Peterloo” di Mike Leigh).

Le proiezioni sono fissate per il 2, 9, 16 e 23 maggio sempre alle 20,45 presso la Sala Lanteri.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.