La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 19 agosto 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Nessuna riduzione di pedaggi sulla Torino-Savona

Sconti fin quando ci sono grandi cantieri sull'autostrada. La proposta era stata fatta dalla consigliera regionale Maria Carla Chiapello

La Guida - Nessuna riduzione di pedaggi sulla Torino-Savona

Cuneo – Nessuna risposta da parte del Gruppo Gavio che gestisce l’autostrada Torino-Savona per le vacanze pasquali, alla richiesta avanzata dalla consigliera regionale Maria Carla Chiapello e sottoscritto da tutti i gruppi consiliari e approvato dall’aula di Palazzo Lascaris il 26 marzo scorso, di applicare sconti ai pedaggi autostradali dell’autostrada per il mare fin quando ci saranno cantieri grandi con chiusure e deviazioni. “Sono passatesettimane da quando il Consiglio regionale del Piemonte ha chiesto la riduzione dei pedaggi lungo la Torino Savona fino a quando i lavori di messa in sicurezza non saranno ultimati, ma ancora il Gruppo Gavio non ha dato risposta. È ovvio che ai viaggiatori, costretti a fare i conti, spesso anche quotidianamente per lavoro, con code, ritardi e maggiori consumi di carburante, non bastano le scuse sul sito”
Con l’odg la consigliera aveva sottolineato la necessità di attuare una misura che servisse a compensare i disagi causati lungo la A6 dai cantieri aperti e dalle uscite obbligatorie dovute ai blocchi notturni. Con l’arrivo della bella stagione la situazione non potrà che peggiorare, soprattutto nei week end, perché questa è la strada che porta al mare.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.