La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 17 luglio 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

È morto “Maso” Rabino, storico produttore di vini

Classe 1926, uomo dinamico e brillante, era stato sindaco di Santa Vittoria d'Alba dal 1964 al 1977. I funerali martedì pomeriggio nella parrocchiale

La Guida - È morto “Maso” Rabino, storico produttore di vini

ìSanta Vittoria d’Alba – Nella sua casa tra le vigne, è mancato nelle prime ore di domenica 14 aprile Tommaso Rabino (“Maso”), storico produttore di vini, già sindaco di Santa Vittoria d’Alba. Sorridendo, “Maso” sottolineava il segreto per fare un buon vino: “Non manipolare la Natura manomettendo quello che il Padreterno ci manda!”.
“Maso” Rabino (leggeva tanto “per capire il senso della vita”) era nato il 10 luglio 1926 a Santa Vittoria d’Alba: era un uomo dinamico e brillante. Parlava di sua madre, restata vedova con 4 figli da far crescere, quando lui aveva 5 anni, con gli occhi lucidi: “Era una grande donna! Aveva una fede incrollabile … Si è dedicata alla famiglia e non si è più sposata. Ha continuato a lavorare nell’azienda fino alla guerra. Poi ha messo la vigna a mezzadria. E io ero finito in collegio a studiare, in Seminario ad Alba”. I lavori fatti? “Tanti. Il rappresentante di prodotti per l’agricoltura, poi dal 1955 con mio fratello Vincenzo ci siamo concentrati sulla cantina e sulle vigne. Sono stato uno dei primi imbottigliatori di Nebbiolo dopo la guerra, e me ne vanto”.
Era stato sindaco di Santa Vittoria d’Alba dal 1964 al 1977: “Facevamo i consigli comunali aperti!”. Una unione felice la sua con Maria Oricco (la “Passerotta”), con la quale aveva dovuto condividere anche la difficile prova della morte della figlia Luisa, mancata a 16 anni. Il suo obiettivo? “Vorrei essere un “tassello giusto” di quel mondo cristiano che sogno, ispirato da San Francesco e dai valori che mia mamma mi ha insegnato. Non si può fare a meno di credere in Dio. Ho già il mio “piano”: spero di far parte della “comunione dei Santi”, ci penso di continuo!”.
Lascia oltre alla moglie Maria il figlio Andrea, la nuora Annalisa e i nipoti Francesca, Chiara, Agnese ed Emilio, i parenti tutti e tanti amici. I Rosari: alle 20.30 di domenica 14 e di lunedì 15, nella sua casa. I funerali alle 15.30 di martedì 16, nella parrocchiale del paese.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.