La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 16 dicembre 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“No a bandiere e cartelloni su questioni locali” gli studenti uniti contro le strumentalizzazioni

Il testo completo del comunicato diffuso dai rappresentati degli studenti, un invito al mantenere il Friday for Future cuneese pacifico, apolitico e apartitico

La Guida - “No a bandiere e cartelloni su questioni locali” gli studenti uniti contro le strumentalizzazioni

Cuneo – Gli studenti, i principali promotori del “Friday for Future”, manifestazione che andrà in scena domani mattina nel Capoluogo, attraverso i loro rappresentati hanno diffuso un comunicato. In esso ribadiscono la volontà di mantenere il corteo apartitico, privo di bandiere e cartelloni con chiaro riferimento a questioni locali che non siano condivisi da tutti. Di seguito il testo completo.

“Venerdì si avvicina e a nome degli studenti ci tenevamo ancora a specificare che la manifestazione del 15 marzo deve essere un momento che unisce tutte le persone con un unico obiettivo: i cambiamenti climatici in senso generale. Deve essere un momento in cui tutti insieme prendiamo consapevolezza che il clima sta cambiando e la terra sta soffrendo, e questo per causa nostra. Dal momento che la causa siamo tutti noi, nessuno escluso, manifestiamo insieme, tutti, per lanciare un segnale forte e unico. Nonostante sia importante non slegare il locale dal globale venerdì ci piacerebbe manifestare per dimostrare che la nostra città impugna l’argomento dei cambiamenti climatici e inizia ad affrontarlo. Chiederemmo quindi di evitare di portare simboli, bandiere e cartelloni che abbiano un chiaro riferimento partitico e di intenti locali che non sono condivisi da tutti. Questo perché, appunto, la manifestazione del 15 vuole essere inclusiva, vuole essere globale.  La manifestazione del 15 marzo vuole essere un chiaro messaggio collettivo che a tutti importa del clima e vuole essere solo l’inizio dei tanti scioperi/manifestazioni/azioni concrete che ci saranno riguardo a questo tema delicato da venerdì in avanti”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.