La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 18 agosto 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Le valli del Monviso puntano sull’accoglienza delle famiglie con bambini

Nasce “Fam.Viso”, per certificare tutte le realtà turistiche locali idonee a questo tipo di accoglienza

La Guida - Le valli del Monviso puntano sull’accoglienza delle famiglie con bambini

Frassino – “Fam.Viso”: è il sistema che certificherà tutte le realtà turistiche locali ritenute adatte all’accoglienza di famiglie con bambini. Il progetto parte dalla Valle Varaita: l’Unione montana (ente capofila) ha pensato di creare una rete di punti d’accoglienza turistica, con l’obiettivo di “fare emergere l’area delle valli occitane del Monviso come territorio accogliente e turisticamente appetibile per il mercato turistico familiare e scolastico, attraverso una più attenta valorizzazione delle sue risorse naturali, culturali, paesaggistiche e umane”. L’iniziativa coinvolge anche le Unioni del Monviso, delle Valli Maira, Grana, Stura, il Bim del Varaita e l’Office de tourisme du Guillestrois et du Queyras”. È un’iniziativa che rientra nel Progetto Interreg Alcotra “Pluf!” (Progetto ludico unificato per famiglie). Nei mesi scorsi, sono state censite le strutture ricettive del territorio interessato dal progetto ed è emerso che molte realtà turistiche sono in possesso dei necessari requisiti per aderire a questo nuovo strumento di promozione e di valorizzazione del mercato turistico locale. In base ai dati raccolti dal censimento, poi, sono stati studiati criteri e modalità di adesione al marchio.
“Seggioloni o tavoli a misura di bambino, fasciatoi in ambienti accessibili ai clienti, giochi o materiale da disegno per bambini – spiegano dall’Unione montana  – sono solo alcuni dei parametri che il sistema di certificazione prende in considerazione per l’adesione al marchio di qualità”. Il sistema “Fam. Viso” sarà identificabile attraverso un marchio che è in fase di studio, con l’obiettivo di far emergere chiaramente la vocazione di questo territorio nei confronti del target turistico famigliare. Tutte le strutture ricettive, gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, gli enti pubblici e le organizzazioni culturali e ricreative che operano sul territorio possono aderire gratuitamente a questo sistema di accoglienza, che verrà promosso attraverso la realizzazione di strumenti informativi cartacei e digitali, mediante informazioni attraverso canali giornalistici, social e digitali in genere e con la partecipazione a Fiere internazionali di settore.
“È un’interessante opportunità per presentarsi al target del turismo familiare e scolastico come aderenti ad una rete in grado di soddisfarne le specifiche esigenze – sottolinea Silvano Dovetta, presidente dell’Unione montana del  Varaita – mettendo in evidenza un’offerta di prodotti e servizi dedicati per famiglie ben strutturata e organizzata, lavorando in rete con altri operatori e contribuendo a incrementare la presenza di turisti sul territorio”. Negli uffici delle Unioni montane che aderiscono al progetto è possibile richiedere tutte le informazioni necessarie ed è inoltre possibile trovare il protocollo per l’adesione al sistema di accoglienza.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.