La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 23 agosto 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Per il nuovo Itis di Verzuolo non ci sono alternative: “deve spostarsi in collina”

In Regione le posizioni tra istituzioni e comitato popolare restano distanti

La Guida - Per il nuovo Itis di Verzuolo non ci sono alternative: “deve spostarsi in collina”

Verzuolo – Si è svolto lunedì 11 febbraio l’incontro voluto dall’assessore regionale all’Istruzione Gianna Pentenero per discutere insieme ai vari interlocutori sulla collocazione del nuovo Itis Rivoira di Verzuolo. All’incontro hanno partecipato i soggetti istituzionali coinvolti (la Provincia di Cuneo, con la consigliera Milva Rinaudo e diversi tecnici; il Comune di Verzuolo, con il sindaco Giancarlo Panero; le dirigenti scolastiche della Scuola Agraria e dell’Itis) ed il “Comitato Itis – Agraria: parliamone!”, rappresentato da Gianfranco Marengo, Aldo Galliano e dal signor Silvestro. Già nell’assemblea pubblica di lunedì 21 gennaio, svoltasi a Palazzo Drago, la consigliera provinciale Milva Rinaudo aveva sottolineato che c’è il progetto della nuova scuola, quasi esecutivo, finanziato con 7 milioni e mezzo di euro, che “difficilmente può esser modificato”. La posizione della Provincia di Cuneo è sostenuta dall’Amministrazione comunale di Verzuolo. Il Comitato popolare invece è dell’idea che il nuovo Itis non va collocato il collina, ma in via XXV aprile. Questo perché, come aveva già spiegato Gianfranco Marengo, “una nuova scuola sulla collina dell’Agrario porta con sé problematiche legate a viabilità, fognatura, acquedotto, tempi più lunghi di costruzione, e maggiori costi, senza contare il grave danno all’Agrario, che rimarrebbe senza alcuni terreni, strumento di didattica. Entrambi gli Istituti sono penalizzati nei rispettivi sviluppi futuri”. Il primo cittadino di Verzuolo, Giancarlo Panero: “È stata una riunione utile, perché ci si è confrontati, ma di carattere interlocutorio: nessuna decisione è stata presa”. Per il “Comitato Itis – Agraria: parliamone!”, l’ex sindaco Gianfranco Marengo spiega: “Milva Rinaudo ha ribadito che la scelta dell’Itis in collina ormai non è più in discussione. La dirigente scolastica dell’Agraria ha confermato le perplessità su tale scelta per la coesistenza delle due scuole e la dirigente Anna Maria Barra dell’Itis ha rilevato che il confronto preliminare è stato carente. Purtroppo quindi non ci sono alternative all’Itis in collina e i diversi problemi emersi dovranno essere affrontati nella fase della progettazione esecutiva”. Nella discussione, l’assessore regionale Pentenero ha spiegato che la scelta della Provincia è modificabile solo affrontando con un nuovo iter, che allungherebbe i tempi: “L’incontro di oggi è stato l’occasione per permettere al Comune di Verzuolo e alla Provincia di Cuneo di approfondire alcuni aspetti non ancora definiti della vicenda”. Il sindaco Panero sottolinea “È importante che l’Itis resti a Verzuolo”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.