La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 20 agosto 2019

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Incontro sul nuovo Itis di Verzuolo in Regione

Lunedì 11 febbraio l’assessore regionale Pentenero ha convocato tutti i soggetti istituzionali coinvolti

La Guida - Incontro sul nuovo Itis di Verzuolo in Regione

Il pubblico al dibattito sull’Itis, svoltosi a Palazzo Drago

Verzuolo – Un nuovo capitolo nella tormentata vicenda della progettazione del nuovo “Itis Rivoira”, la cui collocazione sulla collina di Verzuolo, nei pressi della Scuola Agraria, ha già fatto discutere molto. Lunedì 11 febbraio, alle ore 14, l’assessore regionale all’Istruzione Gianna Pentenero ha convocato un incontro per discutere insieme sul nuovo plesso scolastico. Sono stati invitati all’incontro i soggetti istituzionali coinvolti (Provincia di Cuneo, Comune di Verzuolo, dirigenti scolastici) ed il “Comitato Itis – Agraria: parliamone!”, che nelle scorse settimane si è attivato raccogliendo centinaia di firme.
Nell’assemblea pubblica di lunedì 21 gennaio, svoltasi a Palazzo Drago, presenti un centinaio di persone, la consigliera provinciale Milva Rinaudo aveva sottolineato che c’è già un progetto, quasi esecutivo, finanziato con  7 milioni e mezzo di euro e che “difficilmente può esser modificato”. I tecnici presenti, sul vecchio edificio di don Orione, avevano spiegato che “i numeri e le percentuali del calcestruzzo, dove il minimo è fissato a 200, in alcune parti dell’edificio arrivano appena a 30. Se si verificasse un terremoto leggermente più forte, la struttura può venir giù” . Il Comitato popolare aveva insistito su una collocazione diversa. L’ex sindaco Gianfranco Marengo: “Una nuova scuola sulla collina dell’Agrario porta con sé problematiche legate a viabilità, fognatura, acquedotto, tempi più lunghi di costruzione, e maggiori costi (perché costruire in collina costa di più che costruire in pianura!), senza contare il grave danno all’Agrario, che rimarrebbe senza alcuni terreni, strumento di didattica. Entrambi gli Istituti sono penalizzati nei rispettivi sviluppi futuri”. Pozioni evidentemente distanti, nell’incontro in Regione di lunedì 11 febbraio si troverà una soluzione che accontenti tutti?

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.