La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 8 dicembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I francesi ci smontano il muro in Valle Roya

In seguito all’inerzia di Anas interviene la Prefettura di Nizza

La Guida - I francesi ci smontano il muro in Valle Roya

Tenda – I francesi ci smontano il muro. La struttura (opera 09) a poco meno di un chilometro dallo sbocco in Val Roya del tunnel di Tenda è in corso abbattimento. L’altezza del muraglione, alto fino a 11 metri e lungo circa 80, sarà abbassata per un’altezza variabile da due a quattro metri per motivi di sicurezza.

L’intervento era stato richiesto ad Anas, deciso in sede di Conferenza intergovernativa (Cig) a Parigi, paventato, infine, lo scorso 18 dicembre in Prefettura a Cuneo da Gwenaëlle Chapuis, sotto prefetto delle Alpes-maritimes, nel caso non l’avesse fatto Anas. Cosa che alla fine è avvenuta, vista l’inerzia italiana e il rinvio della firma del contratto con l’Edilmaco, l’impresa torinese che dovrebbe mettere le toppe e proseguire i lavori avviati dalla Grandi Lavori Fincosit. A questo proposito Anas ha detto, attraverso il suo ufficio stampa, che la sottoscrizione avverrà entro questo gennaio. Il muraglione definito della “vergogna” presenta difetti costruttivi, fratture del rivestimento e piccoli movimenti che sono monitorati con strumentazioni in continuo. Lo stato di fatto ragionevolmente esclude crolli improvvisi – c’erano però alcuni blocchetti instabili, facilmente rimuovibili, sul profilo – ma vista la mancanza di risposte, la situazione di stallo è diventata l’occasione per dimostrarci l’efficienza francese. E obtorto collo Anas ha dovuto autorizzare i lavori che sono seguiti sul posto da uomini dell’Azienda. L’intervento di alleggerimento della struttura avviene dall’alto, procedura che consente fortunatamente di evitare interruzioni del traffico.  “L’abbattimento e la ricostruzione del muro – dice Anas – sarà completata dalla nuova impresa del Tenda bis”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente